«In attuazione dell’art. 1 del decreto legislativo n. 153 del 2009 e dell’art. 1, commi da 403 a 406, della legge n. 205 del 2017, richiamati nelle premesse della presente delibera, la somma complessiva di euro 36 milioni a carico del Servizio sanitario nazionale per il triennio 2018-2020 è ripartita tra le Regioni Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Umbria, Lazio, Campania, Puglia e Sicilia». È quanto si legge nella delibera 14 maggio 2020 del Comitato interministeriale per la programmazione economica (Cipe), pubblicata in Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 231 del 17 settembre 2020, contenente anche la registrazione della Corte dei conti in data 4 settembre 2020 e dell’Ufficio di controllo sugli atti del Ministero dell’economia e delle finanze.

Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica

Risorse vincolate a realizzazione degli obiettivi

Secondo quanto si legge nell’atto, «l’importo, finalizzato al finanziamento per la sperimentazione dei nuovi servizi erogati dalle farmacie, è posto a carico del Fondo sanitario nazionale per gli anni 2018, 2019 e 2020, e si avvale, nello specifico, delle risorse vincolate alla realizzazione degli obiettivi prioritari e di rilievo nazionale per i medesimi anni, i cui relativi accantonamenti allo scopo previsti sono stati effettuati da questo Comitato (Cipe, ndr) con le rispettive delibere nn. 73 del 2018, 83 del 2019 e 21 del 2020 richiamate nelle premesse».

La ripartizione tra le Regioni

Inoltre «la somma di euro 36 milioni in applicazione del criterio di riparto e delle modalità di calcolo per la determinazione delle relative quote esposto nelle premesse, è ripartita tra le nove regioni sopra elencate». Nel dettaglio «6 milioni di euro sono ripartiti tra le Regioni Piemonte, Lazio e Puglia per l’anno 2018 e sono posti a carico del Fondo sanitario nazionale 2018», «12 milioni di euro sono ripartiti tra le Regioni Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Lazio, Puglia e Sicilia per l’anno 2019 e sono posti a carico del Fondo sanitario nazionale 2019» e «18 milioni di euro sono ripartiti tra le Regioni Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Umbria, Lazio, Campania, Puglia e Sicilia per l’anno 2020 e sono posti a carico del Fondo sanitario nazionale 2020».

Gli importi ripartiti per singola Regione

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.