farmaci-equivalenti-diffusione

Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica

Nell’interessante rapporto periodico Il farmaco generico: numeri e dimensioni edito da Assogenerici, Associazione Nazionale Industrie Farmaci Generici, organo di rappresentanza ufficiale dell’industria dei farmaci generici e biosimilari in Italia, emerge un dato di fondamentale importanza per gli operatori del settore.

Con riferimento ai dati del quadrimestre gennaio-aprile 2012, è evidente la differenza nella diffusione dei farmaci equivalenti tra Nord e Sud Italia sul totale dei farmaci dispensati con il SSN.

Se la media italiana si attesta su una parcentuale dell’11% di diffusione dei farmaci equivalenti sul totale della spesa netta, la zona d’Italia più virtuosa in termini di diffusione dei farmaci equivalenti è la Provincia Autonoma di Trento e Bolzano, con una percentuale del 17%, la meno virtuosa risulta essere la Calabria, che si attesta al 7%, seguita dalla maggior parte delle regioni del Sud Italia.

Farmaci equivalenti, poco diffusi al sud

Le ipotesi di tale divario possono essere le più varie:

  • Migliore attività dell’informatore scientifico del farmaco delle aziende branded sulle zone meridionali
  • Maggiore disinformazione del paziente nelle Regioni a peggior diffusione degli equivalenti
  • Minore fiducia trasmessa dal medico agli assistiti sulla sicurezza e la garanzia dei farmaci equivalenti

Ricordiamo il recente intervento del Minsistro della Salute per la diffusione dei farmaci equivalenti con lo scopo di ridurre la spesa a carico dei cittadini e vincere quelle resistenze che sin’ora hanno consentito la poca diffusione del farmaco equivalente in Italia.

Provvedimento che ha generato confusione nella categoria dei MMG come evidentemente dimostrato dai numerosi meccanismi messi in atto ai fini di invogliare il paziente a tutti i costi nella scelta del farmaco di marca e che ha suscitato la reazione di numerose associazioni come Assogenerici, il cui presidente, Giorgo Foresti, sottolinea l’avversione ai farmaci equivalenti da parte della categoria dei medici (leggi lettera)

 

farmaci-equivalenti-diffusione-

In attesa di leggere il rapporto del secondo quadrimestre, pubblichiamo il link del rapporto sulla diffusione dei farmaci equivalenti in Italia nel primo quadrimestre 2012.

farmaci-equivalenti-diffusione

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.