emapiFederfarma ha reso noto di aver ricevuto dall’Enpaf, l’11 luglio 2018, una nota nella quale sono stati forniti alcuni chiarimenti in merito alla convenzione con Emapi per l’assistenza sanitaria integrativa. «A parziale rettifica di quanto precedentemente comunicato, l’ente previdenziale ha segnalato che per quanto riguarda la Long Term Care (Tutela della Non Autosufficienza/LTC), per attivare la relativa copertura assistenziale in presenza della Sindrome di Parkinson o di Alzheimer è necessario che queste patologie non siano state diagnosticate in data antecedente alla prima attivazione della copertura stessa». L’Enpaf ha inoltre evidenziato che «sono esclusi, inoltre, tutti gli assicurati che al momento di inizio della copertura si trovino nello stato di non riuscire a svolgere almeno una delle sei attività ordinarie della vita quotidiana di cui all’Art. 21 delle Condizioni Generali di Assicurazione tra Emapi e Poste Vita».
Come riferito dal nostro giornale, dal 16 gennaio 2018 l’Enpaf ha aderito all’Ente di Mutua Assistenza per i Professionisti Italiani, stipulando una convenzione in favore dei propri iscritti e dei titolari di pensione diretta. Si tratta di un’associazione senza finalità di lucro e di un Fondo sanitario riconosciuto dal ministero della Salute, costituito da undici enti di previdenza privati: oltre all’Enpaf, anche la Cassa Forense, la Cassa Geometri, Cassa Notariato, quindi ENPAB, ENPACL, ENPAM, ENPAP, ENPAPI, EPAP e EPPI. Emapi è attivo dal 2007 per garantire prestazioni sanitarie integrative e trattamenti assistenziali ai liberi professionisti. I farmacisti iscritti all’ente previdenziale e i pensionati possono godere senza oneri della copertura di base (Garanzia A) e possono, se vogliono, hanno avuto la possibilità di incrementare la copertura con le Garanzie B integrative (B Smart o B Plus) ed estendere tali tutele assicurative al proprio nucleo familiare (la domanda andava inviata entro il 15 luglio).

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.