e-commerce in Italia«L’e-commerce è l’unico settore che registra una crescita a due cifre, e le previsioni ci indicano che continuerà ad espandersi. Dalla nascita della Rete e dell’e-commerce ad oggi, l’evoluzione è stata rapida e, grazie alle nuove tecnologie e alla diffusione dell’intelligenza artificiale, della blockchain e dell’Internet delle cose, la crescita che registreremo nel prossimo decennio sarà sempre più rapida e significativa». A spiegarlo è la Casaleggio Associati, in un documento intitolato “Rapporto e-commerce in Italia 2018”, nel quale si sottolinea che «per riuscire a sfruttare al meglio questo momento, è indispensabile che le aziende italiane siano in grado di intercettare i trend in atto e di far fronte all’evoluzione del mercato».
Lo studio specifica che «i marketplace si affermano come canale principale per gli esercenti che vogliono vendere all’estero e i grandi player occidentali, come Amazon, inaspriscono la loro competizione con quelli asiatici, come Alibaba e JD.com, con una strategia globale supportata da azioni e investimenti locali sempre più importanti». Di conseguenza, «per sopravvivere in questo scenario è necessario investire sul futuro e mettere il cliente al centro in tutte le fasi del processo, promuovendo l’integrazione tra on e off line, la massimizzazione del lifetime value e dello share of wallet, l’advertising customizzato sulle esigenze dei singoli momenti di vita delle persone, la consegna a misura del cliente e gli acquisti automatizzati».
Il rapporto illustra quindi le cifre dell’e-commerce mondiale. I siti Internet nel 2017 sono arrivati a quota 1,33 miliardi e sono 4 miliardi le persone che vi hanno acceduto (+10% rispetto al 2016). Risultano essere circa 1,79 miliardi, invece, gli internauti che hanno effettuato acquisti online, cifra che si prevede in aumento a 2,21 miliardi nel 2021. Il valore totale del mercato e-commerce al dettaglio è stato inoltre di 2.290 miliardi di dollari, il +23,2% in più dell’anno precedente e pari al 10% del totale del valore delle vendite retail (+1,3% rispetto all’anno precedente). Anche in questo caso si prevede una crescita, entro il 2021, a quota 16%. Il valore dell’e-commerce in Europa è stato stimato invece a 602 miliardi di euro, sempre per il 2017 (+14% rispetto al 2016); in Italia, il mercato B2C ha generato invece un fatturato di 35,1 miliardi di euro (+11% rispetto al 2016).
Infine, non vengono specificati nel testo dati relativi alla farmacia, ma si evidenzia come il macro-settore “salute e benessere” abbia registrato la crescita più alta in termini di fatturato (+39%), seguito dalla moda (+28%), dagli alimentari (+24%), dall’elettronica di consumo (+21%) e da “casa e arredamento” (+19%).

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.