I distributori intermedi del farmaco non si sono mai fermati nel corso della pandemia, lavorando assiduamente al fianco delle farmacie e mettendosi a disposizione delle istituzioni per far fronte alle necessità legate all’emergenza. È in sintesi quanto evidenziato da Crescenzo Cinquegrana, direttore tecnico di Guacci Spa, intervistato da FarmaciaVirtuale.it, il quale spiega come «la farmacia italiana ha vissuto le varie fasi della pandemia con grande impegno: dopo aver superato il primo periodo dell’emergenza, nella quale mancavano mascherine e disinfettanti, si è attivata secondo le disposizioni di legge per vaccinazioni e tamponi antigenici rapidi». Servizi che, secondo Cinquegrana, «saranno un’opportunità che la farmacia potrà continuare a gestire anche in futuro». Sulla distribuzione intermedia, il dirigente evidenzia come abbia dovuto gestire «novità che non avevamo mai incontrato in precedenza, dovendoci riorganizzare internamente per permettere ai nostri lavoratori di continuare a operare in sicurezza».

Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica

«La distribuzione ha saputo fare rete»

Come tutti gli operatori sanitari, anche i distributori intermedi dei farmaci hanno affrontato numerose difficoltà per mantenere costante il livello di servizio che non poteva essere interrotto. Cinquegrana evidenzia in merito che «siamo riusciti a continuare la nostra attività supportando le farmacie sia nel reperire tutto il materiale che occorreva sia cercando di mantenere efficiente il servizio, assicurando la tempestiva e corretta distribuzione dei medicinali sul territorio». Per riuscire a far fronte a tutte le necessità che si sono presentate in questo periodo critico, i distributori intermedi hanno trovato nuove sinergie per collaborare tra loro a favore del bene pubblico. Inoltre «sicuramente la pandemia è stata l’occasione per trovare soluzioni condivise tra distributori intermedi. A inizio emergenza la nostra categoria, supportata dalle associazioni che ci rappresentano, ha messo a disposizione i propri magazzini per l’allora commissario Arcuri, consentendo la distribuzione delle mascherine. Abbiamo continuato a fare rete anche in seguito, nella distribuzione dei vaccini antinfluenzali e anti Covid».

A Napoli successo per i vaccini anti Covid in farmacia

Sul tema delle vaccinazioni anti Covid, Cinquegrana commenta con soddisfazione il lavoro svolto dalle farmacie di Napoli, dove sono state somministrate migliaia di dosi di vaccino: «In Campania stiamo continuando a operare nel miglior modo possibile per gestire sia l’emergenza sia l’ordinario. Le farmacie di Napoli e provincia hanno iniziato a effettuare i vaccini: il Presidente dell’Ordine dei farmacisti di Napoli professore Vincenzo Santagada e il Presidente di Federfarma Napoli, dottor Riccardo Iorio, avevano annunciato che sono state raggiunte cinquantamila dosi somministrate ai cittadini, ma oggi sono circa centomila». Cinquegrana ricorda poi che i distributori intermedi restano sempre a disposizione degli Enti regionali per implementare attività che sarebbero difficili da mettere in pratica se non ci fosse la presenza costante e continua dei grossisti che giornalmente effettuano più consegne in tutte le farmacie del territorio.

Il video dell’intervista integrale

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.