direzione farmacia ed età pensionabileI titolari over 65 delle farmacie possono tirare un sospiro di sollievo: nel 2015 non saranno costretti ad andare in pensione. La Camera mercoledì 26 novembre 2014 ha approvato un emendamento che sopprime la norma che dal 1 gennaio avrebbe imposto ai titolari di farmacia di lasciare la direzione del loro esercizio al raggiungimento dell’età pensionabile.

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

L’emendamento era stato presentato nell’ambito del grande calderone di proposte emendative (circa 4000) della Legge di stabilità 2015, all’esame della commissione Bilancio di Montecitorio. Ben quattro erano finalizzati alla soppressione della norma, che fin dall’inizio era stata duramente avversata dai farmacisti titolari di farmacia per i suoi profili di illegittimità e la difficoltà di metterla in atto soprattutto nel caso delle ditte individuali, dove la figura del direttore corrisponde solitamente a quella del titolare. Alla fine è stato approvato l’emendamento presentato da Maurizio Bernardo e Paolo Tancredi, Ncd, che azzera i limiti di età per la pensione dei titolari di farmacie: “E’ un significativo passo in avanti – dichiara Bernardo -, che restituisce dignità a professionisti indispensabili per la comunità”.

L’asse trasversale che si è allineato in Parlamento contro la legge ha spinto l’aula ad una convergenza sul voto. Gli emendamenti erano stati infatti presentati da deputati sia della maggioranza, sia dell’opposizione: Alan Ferrari (Pd), Massimo Corsaro (Fratelli d’Italia), Maurizio Bernardo e Paolo Tancredi (Ncd) e Marco Di Lello e Lello Di Gioia (Gruppo misto – Psi).

“Eravamo ottimisti sull’esito della discussione – dice il deputato Alan Ferrari -, in quanto c’era stata un’ampia condivisione con Federfarma e la concordanza con i diversi gruppi parlamentari. La norma rischiava di aggravare la crisi che attanaglia molte farmacie e questo non sarebbe stato tollerabile. Ora si può riesaminare la questione dell’età pensionabile con calma, lasciando che siano Parlamento e Governo a decidere, insieme alle associazioni di categoria, qual è la soluzione giusta”.

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.