Con un evento visibile online, il 15 settembre 2021 alle 10.00, l’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) presenterà il primo “Atlante delle disuguaglianze sociali nell’uso dei farmaci per la cura delle principali malattie croniche”. «Le disuguaglianze nello stato di salute – spiega nella prefazione il direttore generale dell’Agenzia Nicola Magrini – dipendono da numerosi fattori correlati e sovrapposti: fornire un quadro di popolazione su uno degli aspetti maggiormente rilevanti per la salute dei cittadini, come l’utilizzo dei farmaci, propone un’ulteriore chiave di lettura delle disuguaglianze sociali, per contrastare le quali in modo efficace non si può prescindere da una conoscenza completa e approfondita di tutti gli aspetti riguardanti la salute». Come indicato nella presentazione dell’evento, l’obiettivo dell’Atlante è quello di confrontare l’uso dei medicinali che vengono prescritti per la cura delle principali patologie croniche in Italia. Viene anche precisato che l’analisi è stata elaborata, «tra gruppi di popolazione con livelli diversi di posizione socioeconomica, misurata attraverso un indice di deprivazione che tiene conto di diversi fattori quali istruzione, disoccupazione, composizione del nucleo familiare, densità e condizione abitativa».

Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica

Analisi suddivisa per province e patologie

L’Atlante dell’Aifa presenta i risultati relativi alle principali malattie croniche, suddivisi per provincia ed esamina le prescrizioni sia della popolazione adulta sia pediatrica. In particolare, «nella popolazione adulta – precisa l’Aifa – sono stati analizzati i dati di prescrizione farmaceutica territoriale a carico del Servizio sanitario nazionale (Ssn) di farmaci per ipertensione, dislipidemie, ipotiroidismo, ipertiroidismo, depressione, demenza, morbo di Parkinson, osteoporosi, ipertrofia prostatica benigna, iperuricemia e gotta, diabete, broncopneumopatia cronica ostruttiva (Bpco). Nella popolazione pediatrica, invece, sono stati analizzati i dati di prescrizione di farmaci utilizzati per asma, epilessia e disturbo da deficit dell’attenzione/iperattività (Adhd)».

Programma della presentazione

La presentazione dell’Atlante delle disuguaglianze si terrà il 15 settembre a partire dalle 10.00. A moderare saranno Aurora Di Filippo e Giuseppe Traversa, entrambi dell’Aifa. L’apertura è affidata al direttore generale dell’Agenzia Nicola Magrini che, alle 10.15, passerà la parola a Michael Marmot, Univerity College of London, per l’intervento intitolato “Social inequalities drive health inequalities”. Subito dopo Serena Perna, membro dell’Aifa, affronterà il tema “Misurare l’effetto della deprivazione per tutti i comuni italiani sui principali indicatori di farmaco-utilizzazione”. Alle 11.10 sarà la volta di Nera Agabiti del Dipartimento di epidemiologia del Lazio, che illustrerà i principali risultati dell’analisi relativa a disuguaglianze sociali e accesso al farmaco, mentre Nicola Caranci dell’Agenzia sanitaria e sociale-regionale dell’Emilia Romagna spiegherà parametri e significato dell’l’indice di deprivazione per misurare lo svantaggio socioeconomico. In chiusura, a partire dalle 12.00 è prevista una discussione tra Giuseppe Costa e Nerina Dirindin, entrambi dell’Università di Torino e Alessio Petrelli dell’Istituto nazionale per la promozione della salute delle popolazioni migranti e per il contrasto delle malattie della povertà (Inmp). Alle 13.00 Francesco Trotta dell’Aifa chiuderà i lavori esaminando le prospettive future.

© Riproduzione riservata



Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.