Avrà inizio venerdì 12 aprile, fino a domenica 14 aprile, presso il quartiere fieristico Bologna Fiere, l’edizione 2019 dell’evento di punta per il mondo della farmacia italiana. Saranno più di 400 infatti le aziende espositrici, con una crescita del 10% dell’area espositiva. I visitatori potranno assistere ad oltre 80 convegni, nella tre giorni bolognese, suddivisi in quattro principali macoraree. La prima riguarda le relazioni umane, ovvero alla relazione tra farmacista e cliente/paziente. La seconda manageriale e digital, dove i farmacisti potranno aggiornarsi su tematiche con la finalità di rendere più competitiva la farmacia. La terza macroarea riguarda l’aspetto scientifico, con il coinvolgimento di medici ed esperti, su temi di interesse pratico per i farmacisti. Ultima, ma non meno importante, l’area istituzionale, con tematiche che da sempre hanno caratterizzato l’evento, come quelli attinenti allo scenario politico, economico e legislativo del settore.

Nell’ambito della fiera sarà assegnato, a coloro che nel corso di questo evento si distingueranno per capacità ed impegno volto a sviluppare nuovi prodotti e servizi, l’Innovation & Research Award. Sarà invece dedicata alle giovani aziende l’iniziativa Cosmofarma Young, pensata per coloro che si sono affacciati recentemente al settore. Infine, giunta alla quinta edizione, sarà presente l’area denominata Cosmofarma StartUp Village, dedicata alle start-up e agli spin-off per il mondo della farmacia.

«Cosmofarma è un punto di riferimento per i leader del settore, per i farmacisti e per gli opinion leader del mondo della farmacia. Per l’edizione 2019 ci aspettiamo un incremento di visitatori qualificati», ha spiegato Gianpiero Calzolari, presidente di Bologna Fiere, gruppo che gestisce i quartieri fieristici di Bologna, Modena e Ferrara, con all’attivo 75 manifestazioni in Italia e all’estero. Secondo Marco Cossolo, presidente di Federfarma, «Cosmofarma è sempre una preziosa occasione di confronto sui grandi temi di interesse del settore, di scambio di informazioni su prodotti e servizi per aumentarne l’efficienza e la professionalità, integrando sempre più la farmacia nell’ambito del Servizio Sanitario Nazionale, nella territorializzazione delle prestazioni sanitarie e nei progetti per la cronicità».

L’edizione 2018 di Cosmofarma aveva fatto registrare alcuni record. Aziende, farmacisti e operatori del mondo della farmacia avevano infatti partecipato numerosi all’evento.

© Riproduzione riservata