Cosmofarma, oltre ad essere un evento di riferimento per le aziende in Italia, al fine di entrare in contatto con i farmacisti, costituisce la principale occasione di incontro, condivisione e partecipazione per i professionisti provenienti da tutta Italia. Come l’edizione dello scorso anno, anche l’edizione del 2019 ha fatto registrare numeri da capogiro. Secondo quanto comunicato dagli organizzatori, infatti, si è avuto un +7% di presenze, pari a circa 37.500 visitatori, entrati in contatto con le circa 400 aziende dislocate su un’area espositiva incrementata del 15% e presenziato gli oltre 80 convegni programmati durante la tre giorni della manifestazione.

Tra le iniziative di maggior successo, la Cosmofarma Business Conference, che, secondo quanto spiegato dall’organizzatore, «ha portato consigli e spunti agli oltre 300 farmacisti e operatori presenti per interpretare al meglio il momento di cambiamento del settore e il nuovo ruolo del farmacista imposto dalla società attuale». Mentre, tra i convegni più seguiti, «l’appuntamento istituzionale di Federfarma, che quest’anno ha voluto celebrare il proprio 50esimo anniversario proprio a Bologna», oltre al «convegno di apertura condotto da Gadi Schönheit di Doxapharma sulla trasformazione della farmacia da canale distributivo a farmacia di relazione». Secondo quanto riferito, inoltre, «la manifestazione è stata l’occasione per annunciare la nascita di un nuovo soggetto fieristico per l’organizzazione congiunta sia di Cosmofarma che di Exposanità. BOS Srl, società nata dalla collaborazione al 51% di BolognaFiere Cosmoprof e al 49% di Senaf, permetterà di unire il know how di due eventi imprescindibili per gli operatori del settore della salute e della sanità, per affrontare al meglio le nuove sfide del mercato».

Gianpiero Calzolari, presidente di BolognaFiere, ha espresso la propria soddisfazione, sottolineando che «Cosmofarma è l’evento di riferimento per gli operatori del benessere e della salute. I dati di questa edizione dimostrano come il settore stia interpretando al meglio i cambiamenti dovuti alle recenti regolamentazioni. Ancora una volta Bologna si è confermata la capitale della salute, e con il supporto di quasi 90 farmacie del territorio, che hanno preso parte alla Bologna Health Week, anche i cittadini sono stati coinvolti in attività di prevenzione e screening. Il nostro ringraziamento va al Comune di Bologna e a Federfarma Bologna per aver patrocinato questa iniziativa».

Marco Cossolo, presidente di Federfarma, ha evidenziato che «la farmacia sta vivendo un periodo di profonda trasformazione e di grandi sfide, e continua ad evolversi per soddisfare le sempre più le complesse esigenze di salute della popolazione e mantenere al contempo il necessario equilibrio economico. Anche quest’anno Cosmofarma è stata una preziosa occasione di confronto sui grandi temi di interesse del settore, di scambio di informazioni su prodotti e servizi per aumentarne l’efficienza e la professionalità, integrando sempre più la farmacia nell’ambito del Servizio Sanitario Nazionale, nella territorializzazione delle prestazioni sanitarie e nei progetti per la cronicità».

© Riproduzione riservata