«Presenza degli Ordini dei farmacisti e di Federfarma ai tavoli tecnici della Regione Puglia sull’emergenza coronavirus», «coinvolgimento della rete socio-sanitaria e assistenziale delle farmacie – presente in modo capillare su tutto il territorio – nella divulgazione delle iniziative degli organi preposti e per una corretta informazione relativa alle prassi da seguire» e «prevenzione e tutela della salute». Sono i temi condivisi in occasione dell’incontro svolto venerdì 28 febbraio a Bari tra Vito Montanaro, direttore del Dipartimento per le politiche della Salute, Luigi d’Ambrosio Lettieri, presidente dell’Ordine dei Farmacisti Bari e Bat, Vito Novielli, presidente di Federfarma Puglia, Michele Pellegrini Calace, presidente di Federfarma BAT, Francesco Settembrini, presidente della Consulta regionale, e Domenico Di Tolla, delegato Fofi.

[Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica]

«Ringrazio profondamente – sottolinea Montanaro – i farmacisti pugliesi che confermano attenzione, responsabilità e sensibilità nel mettere a disposizione della comunità competenze preziose anche in un momento particolarmente delicato come questo. Il ruolo svolto dalle farmacie pugliesi a supporto delle attività poste in essere dalla Regione Puglia trova continuità in queste ore e nel pieno coinvolgimento degli organi rappresentativi nell’ambito dei tavoli tecnici interessati alla gestione dell’emergenza Covid19».

Nella stessa occasione, d’Ambrosio Lettieri ricorda la fondamentale importanza di «dotare con urgenza, ove le condizioni lo richiedano, anche i farmacisti che operano sul territorio, di dispositivi di protezione e cioè delle mascherine e degli altri ausili necessari. Risulta, infatti, – prosegue d’Ambrosio Lettieri – fondamentale garantire la sicurezza e la salute dei farmacisti e del personale collaboratore, al fine di assicurare la tenuta del servizio farmaceutico territoriale, che, integrato nel sistema sanitario regionale, contribuisce alla gestione dei bisogni di assistenza sanitaria della popolazione. Con il dipartimento della salute si conferma un rapporto di stretta collaborazione, in una logica che vede le farmacie legittimate in modo pieno in una funzione strategica utile alla comunità».

© Riproduzione riservata