Come riportato da FarmaciaVirtuale.it ai propri lettori, è di tre vittime il bilancio dei farmacisti colpiti dal coronavirus. A Lorenzo Repetto e Raffaele Corbellini, si è aggiunto Paolo D’Ambrogi, titolare di una parafarmacia a Nettuno. Scomparsa che ha trovato il cordoglio di Andrea Mandelli, presidente della Federazione degli ordini dei farmacisti italiani (Fofi): «Ci ha lasciati, a causa dell’epidemia di covid-19, il collega Paolo D’Ambrogi, che esercitava nella sua parafarmacia di Nettuno. La morte di Paolo – prosegue Mandelli – deve far riflettere sui rischi connessi alla nostra professione, che si esercita sempre a contatto con il paziente, anche in una zona che a giudicare dai numeri non pare presentare focolai fuori controllo».

[Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica]

«Tutti i farmacisti ne sono consapevoli, come lo era sicuramente Paolo D’Ambrogi, eppure continuiamo a prestare la nostra opera sul territorio e nelle strutture del Ssn, anche se ancora non siamo stati dotati di protezioni adeguate, così come gli altri professionisti della salute impegnati a contrastare l’emergenza». In questi termini Mandelli puntualizza che «abbiamo denunciato fin dall’inizio dell’epidemia che questa è un’esigenza prioritaria e ancora poche ore fa lo abbiamo ripetuto con la massima chiarezza al presidente del Consiglio, al ministro della Salute, al capo della Protezione civile e al Commissario straordinario per l’emergenza».

Da qui il cordoglio di Mandelli per la scomparsa di D’Ambrogi: «Ora il pensiero va ai famigliari e agli amici di Paolo D’Ambrogi, ai quali si stringono nel cordoglio il Comitato centrale della Fofi e tutti i farmacisti italiani».

© Riproduzione riservata