Per aiutare i farmacisti a consigliare le persone sui test Covid-19, l’International pharmaceutical federation (Fip) ha pubblicato un documento di orientamento. La guida è stata prodotta dal SARS-CoV-2 Testing Working Group della FIP, che ha valutato i metodi di test diagnostici e i dispositivi attualmente disponibili. Il documento illustra il funzionamento dei diversi tipi di test diagnostici e l’interpretazione dei risultati. Affronta anche la questione se la presenza di anticorpi conferisca o meno l’immunità a SARS-CoV-2 e formula raccomandazioni sulle informazioni da fornire ai pazienti che sono risultati positivi o negativi.

Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica

Le tabelle con le informazioni

Le tabelle riassumono le informazioni relative a diagnosi di infezione in atto (con test antigenici / virologici / molecolari), diagnosi di infezione pregressa (test sierologici, chiamati anche anticorpi) e infine raccolta dei campioni. Ciò sebbene ogni stato membro dell’Unione Europea, tra cui l’Italia, abbia stabilito dei propri protocolli e dei propri standard di attuazione dei test. La guida, prodotta con il contributo dell’organizzazione membro della FIP, l’American Society of Health-System Pharmacists, verrà aggiornata non appena saranno disponibili ulteriori informazioni.

I test dei differenti produttori

«I test Covid-19 – ha affermato Julien Fonsart, capo del gruppo di lavoro e presidente di FIP’s Sezione di biologia clinica – sono disponibili da molti produttori diversi e le informazioni in questo documento intendono essere utili a tutti, indipendentemente dal fatto che forniscano test point-of-care o meno».

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.