Il farmacista territoriale è tra le figure più esposte al rischio di contagio da coronavirus. Nonostante ciò, alla data odierna – nonostante i diversi solleciti delle sigle di categoria -, il governo non ha dato il via libera a misure volte a distribuire dispositivi di protezione individuali ai professionisti sanitari impegnati quotidianamente nel sostegno alla popolazione. Tuttavia, in alcune aree di Italia fioriscono iniziative volte a sostenere l’operato dei farmacisti. È il caso dell’Agifar Roma, associazione dei giovani farmacisti della città capitolina e provincia, che ha avviato un’attività di distribuzione sul territorio di mascherine verso i colleghi che ne facciano richiesta.

Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica

«Siamo un’associazione giovane – spiega l’associazione di categoria – e non possiamo permetterci di acquistare ingenti quantità di mascherine, per tutti i 6000 farmacisti di Roma che ogni giorno sogno impegnati al banco. Vi chiediamo dunque di far richiesta delle mascherine solo quando vi sia una reale necessità e urgenza; confidiamo nella vostra sensibilità verso i colleghi che in queste ore ne hanno davvero bisogno e urgenza».

Con riferimento alle modalità di richiesta, l’Agifar Roma rende noto che «abbiamo attivato una casella di posta a cui potete scriverci e sottoporci le richieste per le mascherine. Per farlo basterà andare sul nostro sito intercetta questo link http:// www.agifar.com/locations/ che sarà attivo da oggi e fino alla fine dell’emergenza coronavirus. Cercheremo di rispondere a tutti e nel più breve tempo possibile».

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.