In occasione della Giornata del malato, venerdì 11 febbraio 2022, la Conferenza Episcopale Italiana ha pronunciato parole di sostegno, ricordando il lavoro svolto dai farmacisti italiani. A ringraziare la Cei per aver rammentato il ruolo dei farmacisti è Andrea Mandelli, presidente della Fofi: «Accogliamo con orgoglio e profonda gratitudine le parole di riconoscenza espresse nei confronti dei farmacisti dalla Conferenza Episcopale Italiana nella ‘Lettera ai Curanti’, divulgata oggi in occasione della XXX Giornata mondiale del malato. Parole di apprezzamento rivolte a chi ogni giorno, con dedizione e professionalità è al servizio della salute delle persone, ma anche parole che invitano alla riflessione su come rilanciare la sanità italiana dopo la drammatica esperienza della pandemia per garantire a tutti il diritto alla salute».

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

Salute bene fondamentale

.

In tale direzione, Mandelli sottolinea come «tutti dobbiamo sempre avere presente l’importanza della salute come bene fondamentale, la cui tutela deve orientare le scelte della politica e i comportamenti individuali, e che richiede, da parte di ognuno, la capacità non soltanto di curare ma anche di assistere chi è colpito dalla malattia e i familiari che condividono il percorso di sofferenza. L’invito alla solidarietà è anche l’invito a contrastare ogni forma di violenza nei confronti di chi si prende cura delle persone, ad impegnarsi per ripristinare quel necessario clima di fiducia nei confronti del SSN e di tutti i professionisti che consentono di tutelare un valore fondamentale come la salute».

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.