concorso straordinario puglia“Esprimo soddisfazione per l’approvazione In tempi brevi da parte dell’Assessorato regionale alla Salute della graduatoria provvisoria dei candidati ammessi al concorso per le sedi farmaceutiche pugliesi. Questo risultato si è potuto ottenere grazie alla collaborazione interistituzionale anche con l’Ordine professionale che ha contribuito non solo a comprimere i tempi, ma ad inserire criteri di ordine meritocratico all’interno del concorso.
Adesso ci aspetta un’altra importante scadenza – contenuta nell’accordo sancito in sede di Conferenza Stato-Regioni – che è quella del 20 aprile prossimo, relativa alla presentazione, da parte delle Regioni, dei progetti per ottenere l’erogazione della quota residua del 30% dei finanziamenti previsti per la farmacia dei servizi, con riferimento al Psn 2006-2008, nelle more dell’approvazione del nuovo.
Il mio auspicio è che la Regione Puglia si presenti preparata a questa scadenza – pena la perdita della quota residua e la restituzione delle somme già erogate – considerata anche la situazione generale del sistema sanitario regionale, purtroppo colpito gravemente da politiche inefficaci e deleterie, nonché dall’assenza di un progetto credibile di riorganizzazione territoriale in base ai fabbisogni. Politiche che stanno penalizzando i cittadini sul fronte dei livelli essenziali di assistenza, del diritto alla prevenzione e alla cura e sul piano fiscale, con tasse altissime e servizi sempre più scarsi.
Nell’ottica di ottimizzare le risorse economiche e rendere più efficaci i servizi, attraverso lo spostamento del baricentro del ssn dall’ospedale al territorio e dalla malattia alla persona, il contributo delle farmacie, già presidi di salute e punti di riferimento importanti nella rete sanitaria territoriale, è senz’altro rilevante. Utilizzare la farmacia quale centro socio-polifunzionale, con l’ausilio della innovazione tecnologica, nell’ambito di reti assistenziali integrate basate sulla costruzione di percorsi diagnostici e terapeutici per il paziente, è un progetto già sperimentato con successo anche in relazione al corretto utilizzo dei medicinali prescritti dal medico. Un aspetto fondamentale per monitorare lo stato di salute della popolazione, correggere eventuali errori e contribuire ad efficientare il sistema”.
Lo dichiara in una nota il sen. d’Ambrosio Lettieri, capogruppo FI Commissione Sanità del Senato.

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.