concorso straordinario puglia“Le nuove sedi farmaceutiche in Puglia: verso il traguardo? Assegnazione e gestione” è il tema del convegno promosso dall’Ordine interprovinciale dei farmacisti di Bari e Bat in programma sabato 28 novembre alle ore 15.30 nella sala dell’Hotel Excelsior, via Giulio Petroni 15 a Bari.
L’iniziativa ha lo scopo – dopo la conclusione dell’iter del concorso straordinario Puglia per l’assegnazione di 188 sedi farmaceutiche di nuova istituzione in Puglia e la pubblicazione della relativa graduatoria definitiva nell’aprile del 2014, poi rettificata e pubblicata sul Burp n. 134 del 15/10/2015 – di approfondire adempimenti e modalità per l’avvio della procedura di interpello da parte della Regione Puglia, atto propedeutico alla effettiva assegnazione delle nuove sedi, anche alla luce dei ricorsi intervenuti.
Ad aprire i lavori del convegno, il presidente dell’Ordine, sen. Luigi d’Ambrosio Lettieri, seguito da Francesco Settembrini, presidente Consulta Ordini farmacisti Puglia e Domenico Ditolla, delegato Fofi per la Regione Puglia.
Interverranno Giovanni Gorgoni, direttore del dipartimento promozione della salute, benessere sociale e sport, Regione Puglia; Mariangela Lomastro, dirigente Ufficio politiche del farmaco Regione Puglia; Antonio Mastroianni, direttore generale Fofi; Maddalena Pisani, commercialista; Claudio Sibilla, avvocato; Giuseppe Capretti, direttore generale Cef.
E’ stato invitato a partecipare il presidente della Regione Puglia e assessore alla Sanità, Michele Emiliano.
“L’impegno profuso dall’ufficio regionale per il farmaco, con l’ausilio di un lavoro sinergico e costruttivo a livello inter-istituzionale, ha portato la Regione Puglia ad essere la prima in assoluto tra le regioni italiane a pubblicare la graduatoria provvisoria.
“Il percorso ha registrato momenti di incertezza determinati anche dal fatto che si tratta di una legge alla sua prima applicazione sulla quale, tra l’altro, si sono registrati moltissimi ricorsi. Sono certo che siamo ormai prossimi alla definizione della procedura”, sottolinea il sen. d’Ambrosio Lettieri, “e che grazie della collaborazione inter-istituzionale, quanto prima, sarà data una risposta corretta e definitiva alle aspirazioni di quanti hanno partecipato al concorso e sono presenti in graduatoria. Tra le motivazioni che hanno portato alla realizzazione di questa iniziativa c’è anche questa: dare la concreta conferma che sino ad oggi ognuno ha fatto correttamente la sua parte”.

Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.