concorso straordinario lombardiaLa Regione Lombardia ha reso noto che, con il decreto numero 949 del 15 febbraio 2016, è stata approvata la rettifica della graduatoria relativa al concorso straordinario per l’assegnazione di sedi farmaceutiche (approvata a sua volta, in prima istanza, attraverso il decreto numero 4770 del 10 giugno 2015). Sia il decreto che la graduatoria stessa sono reperibili sul sito dell’amministrazione regionale, nella sezione “Provvedimenti relativi al concorso per sedi farmaceutiche”.
«Si informa – ricorda la Regione – che sulla graduatoria sono pendenti, presso il Tar della Lombardia, sezione di Milano, quattro ricorsi». Per questo, le sedi oggetto di tali procedimenti amministrativi risultano contrassegnate con degli asterischi. «Salvo comunicazione di eliminazione inviata singolarmente – prosegue la nota – tutti i candidati che hanno presentato domanda sono inseriti in graduatoria. L’elenco dei non ammessi è allegato al decreto 4770. In caso di associazione nella graduatoria appare solo il nome del referente indicato al momento della domanda, mentre i partecipanti hanno il medesimo numero di protocollo. Come previsto dal bando tutte le comunicazioni verranno inviate ai candidati tramite l’indirizzo di posta elettronica certificata inserito nella domanda telematica. In caso di partecipazione in forma associata tutte le comunicazioni, compresa la richiesta di accesso agli atti, avverranno tramite il referente indicato nella domanda».
Come di consueto l’interpello avverrà attraverso la piattaforma ministeriale, sempre tramite la Pec (del referente in caso di associazione). Il numero e le indicazioni delle zone da assegnare sono quelli attuali al momento dell’interpello. «Il candidato – aggiunge ancora la Regione – dovrà obbligatoriamente indicare, in ordine di preferenza, un numero di sedi uguale alla sua posizione in graduatoria. Una volta chiusa la procedura, le sedi verranno quindi assegnate».
Per ulteriori informazioni è possibile chiamare il numero verde 800 318 318, dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 21, e il sabato dalle 8 alle 20, oppure scrivere a infosanita@regione.lombardia.it.

© Riproduzione riservata