CONASFAConasfa esprime forte perplessità sul recente risultato della sentenza del Tar di Brescia inerente all’applicazione della normativa sul trust nel settore delle farmacie e intende seguire con attenzione gli sviluppi della vicenda. E’ discutibile, infatti, che a un “presidio sanitario in concessione regionale” si debba applicare la normativa del trust, come se si trattasse di una qualsiasi attività commerciale o patrimonio immobiliare.
Tale sentenza “stravolge drasticamente” la normativa attuale sull’ereditarietà della farmacia, perché consente il subentro generazionale ad eredi ancora privi dei requisiti di legge, a causa della loro età.
Tale sentenza inoltre non fa che acuire il problema dell’ereditarietà di una concessione regionale in ambito sanitario, all’interno del quale, a tutela della salute pubblica, l’assegnazione della concessione dovrebbe avvenire secondo l’unico criterio del merito.

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

Area Comunicazione CONASFA

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.