cloud-in-farmacia-sondaggioCloud computing, innovazione a cui siamo abituati quotidianamente, tecnologia su cui l’industria del software in farmacia sta decidendo di puntare.

Abbiamo parlato di cloud in farmacia descrivendo la tecnologia ed ascoltando i pareri delle più grandi software house, facendo loro le domande più improbabili ed avendo le dovute garanzie sulle tecnologie utilizzate.

Le interviste sul cloud in farmacia

Il percorso informativo avviato nei primi mesi del 2013 prevedeva l’intervista di quattro delle più grandi software house per farmacie:

La parola ai farmacisti

Il giovane ingegnere Taiichi Ohno negli anni tra il 1948 e il 1975 mise a punto un modello di produzione con lo scopo di raggiungere l’allora più grande produttore mondiale di automobili e concorrente, la Ford, leader incontrastato nel mercato mondiale di quei tempi.

Uno dei capisaldi del Toyota Production System (TPS) riguardava, contravvenendo a tutti i modelli presenti all’epoca, l’implementazione della produzione con una dinamica di tipo “pull”, che, contrariamente a quella di tipo “push”, basava gli eventi solo ciò di cui effettivamente aveva bisogno il sistema.

Tale filosofia, che è alla base della lean production, cosiddetta produzione leggera, consente agli investitori di sviluppare solo ciò che effettivamente è richiesto dal sistema.

L’obiettivo dell’indagine è quindi quello di stabilire se i farmacisti hanno bisogno di questo tipo di innovazione e, se si, quali problemi pratici risolverà.

Abbiamo posto due unici quesiti ai farmacisti:

  • Conosci la tecnologia del cloud computing?
  • Utilizzeresti il cloud in farmacia?

I risultati del sondaggio cloud in farmacia saranno presentati sulle pagine di FarmaciaVirtuale.it. Il percorso formativo-informativo proseguirà con interviste a farmacisti ed operatori farmaceutici per capire il loro punto di vista e dare una prospettiva pharmacists-oriented per i decision maker che in queste ore stanno analizzando le varie opportunità.

© Riproduzione riservata