cannabis-terapeuticaEntra in vigore a partire da oggi, venerdì 27 luglio 2018, il decreto del ministero della Salute che introduce l’uso dei cannabinoidi nella terapia del dolore. Il provvedimento, come riferito dal nostro giornale, è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale (Serie generale n. 160) il 12 luglio. Esso prevede un “aggiornamento dell’elenco dei medicinali di cui all’Allegato III-bis del decreto del Presidente della Repubblica 9 ottobre 1990, n. 309” che, come noto, contiene il testo unico delle leggi in materia di disciplina degli stupefacenti e sostanze psicotrope, di prevenzione, cura e riabilitazione dei relativi stati di tossicodipendenza, e successive modifiche e integrazioni. Il decreto inserisce in particolare la voce “Medicinali a base di cannabis per il trattamento sintomatico di supporto ai trattamenti standard”. E all’articolo 2, indica che «nella tabella dei medicinali, sezione B, del decreto 1990/309, alla voce “Medicinali di origine vegetale a base di cannabis” è inserito il contrassegno con doppio asterisco, previsto per i medicinali utilizzati nella terapia del dolore». All’indomani della pubblicazione, la nostra redazione aveva ascoltato l’opinione in merito del farmacista preparatore Marco Ternelli, secondo il quale in realtà la nuova norma non introduce modifiche sostanziali: «L’allegato III-bis presenta un elenco di farmaci che godono di agevolazioni prescrittive. È nato 15 anni fa perché alcune sostanze, come ad esempio la morfina, erano nella sezione A e per poter essere prescritte richiedevano formalismi pesanti. Si riteneva che questa fosse una delle ragioni per cui i medici erano restii a prescriverle e da qui nacque l’allegato, che presenta un elenco di sostanze utili per la terapia del dolore, che il medico può prescrivere in modo classico anziché compilare una ricetta enorme». Inoltre, il professionista ha specificato che la cannabis non è interessata dalle “agevolazioni”, poiché è presente nella sezione B. La vera novità è dunque più “politica”, ovvero legata al riconoscimento dell’utilità della cannabis nelle terapie del dolore.

© Riproduzione riservata