«L’approvazione in Conferenza Stato-Regioni del protocollo siglato dalle rappresentanze delle farmacie per la somministrazione dei vaccini antinfluenzali da parte dei farmacisti è il raggiungimento di un importante traguardo che li accomuna ai colleghi di Francia, Gran Bretagna, Irlanda e di altri paesi». È quanto evidenzia la Federazione degli ordini dei farmacisti italiani (Fofi), la quale ha reso noto che «siamo di fronte a un ulteriore riconoscimento della professionalità dei farmacisti italiani e del loro impegno tanto nell’assistenza ai cittadini quanto nell’evoluzione del loro ruolo professionale. Con la partecipazione alla campagna antinfluenzale si aggiunge un altro tassello al modello della “farmacia dei servizi” promosso dalla Fofi fin dal 2006 e l’Italia compie un altro passo avanti nel potenziamento della prossimità delle cure la cui importanza è emersa drammaticamente nel corso della pandemia».

Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica

Il contributo dei farmacisti territoriali

Andrea Mandelli, presidente della Fofi, aveva ribadito in una diversa occasione la disponibilità dei farmacisti nel somministrare la vaccinazione antinfluenzale: «La somministrazione dei vaccini da parte dei farmacisti delle farmacie di comunità è un passaggio fondamentale per rendere davvero accessibile a tutti questa prestazione, nelle grandi città come nei centri più piccoli. I farmacisti si faranno trovare pronti anche per la campagna antinfluenzale, una vaccinazione per la quale in Italia manca una copertura adeguata sia per le categorie a rischio sia per la popolazione attiva».

Il percorso formativo obbligatorio per l’abilitazione

È utile ricordare che l’abilitazione dei farmacisti alla somministrazione dei vaccini anti Sars-Cov-2 è subordinata allo svolgimento e completamento dei corsi “Campagna vaccinale Covid-19: la somministrazione in sicurezza del vaccino anti Sars-Cov-2/Covid-19” e “Campagna vaccinale Covid-19: focus di approfondimento per la somministrazione in sicurezza del vaccino anti Sars-Cov-2/Covid-19 nelle farmacie”. «Si rammenta che tali corsi, necessari al farmacista per avviare l’attività di somministrazione dei vaccini, prevista dall’art. 1, comma 471 della Legge 30 dicembre 2020, n. 178 e dall’Accordo siglato il 29 marzo 2021, sono accessibili sulla piattaforma formativa dell’Istituto stesso https://www.eduiss.it/» aveva precisato la Fofi in precedenza.

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.