La società americana Bristol-Myers Squibb ha annunciato d’aver raggiunto con la britannica AstraZeneca un accordo che è finalizzato alla cessione della propria divisione legata ai prodotti per la cura del diabete. L’accordo, il cui perfezionamento è atteso entro il primo trimestre del 2014, prevede anche l’acquisizione da parte di AstraZeneca di due stabilimenti che si trovano nell’Ohio e nello Stato dell’Indiana.

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

L’accordo di cessione prevede in particolare il riconoscimento di una quota fissa, pari a ben 2,7 miliardi di dollari, e di una quota variabile come segue: fino ad 800 milioni di dollari legati all’approvazione di farmaci; fino a 600 milioni di dollari quali performance da riconoscere sulle vendite dal 2015 al 2019 con pagamento da effettuarsi nel 2020; fino a 225 milioni di dollari legati allo stabilimento nello Stato dell’Indiana ed al business in Cina.

Questi alcuni dei farmaci i cui diritti passano dalla società Bristol-Myers Squibb alla società AstraZeneca: Onglyza, un medicinale che contiene il principio attivo saxagliptin; il Kombiglyze XR Tabs che è a base di saxagliptin e di metformin; il Byetta, farmaco in soluzione iniettabile a base di exenatide; il Bydureon che ha lo stesso principio attivo dell’exenatide, e che è un farmaco a rilascio prolungato; il Symlin che è a base di pramlintide.

Chi è Bristol-Myers Squibb

La società Bristol-Myers Squibb è un colosso americano del settore biofarmaceutico quotato in Borsa a New York Stock Exchange. Bristol-Myers Squibb è specializzata nello sviluppo e nella commercializzazione di nuove molecole con particolare riferimento alle patologie gravi. La società è presente dal 1946 in Italia, ovverosia da quando per la prima volta portò nel nostro Paese la penicillina.

Chi è AstraZeneca

La  AstraZeneca è una società biofarmaceutica inglese quotata in Borsa a Londra. La AstraZeneca nasce nel 1999 dalla fusione di due società, la britannica Zeneca Group e la svedese Astra AB. Le aree terapeutiche dove è maggiormente focalizzata la AstraZeneca sono le neuroscienze, oncologia, cardiovascolare, malattie respiratorie e infiammatorie, infettivologia e gastroenterologia. Sono oltre cento i Paesi dove la AstraZeneca è attiva con un fatturato 2012 che ha complessivamente sfiorato i 28 miliardi di dollari a fronte di un utile operativo superiore ai 10 miliardi, ed un utile per azione di 6,41 dollari.

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.