Dirk Bockelmann, global commercial director di BD Rowa™, presenta in un’intervista a FarmaciaVirtuale.it la sua visione della farmacia del futuro, alla luce dell’avanzare dell’integrazione tecnologica e dei servizi per le farmacie territoriale. Tra i nuovi sistemi di distribuzione nelle disponibilità delle micro-reti di farmacie, anche i Micro fulfillment center (Mfc). Bockelmann spiega che «è un sistema che può essere molto efficiente nella logistica delle farmacie. La liberalizzazione del settore farmaceutico in Italia ha portato alla nascita di network di più farmacie, costituiti sia da società di equity fund sia da farmacie che hanno acquistato altre farmacie. In questi network c’è sempre una farmacia principale, che funge da hub, e varie farmacie a essa connesse. Si rende quindi necessaria un’organizzazione logistica efficiente affinché la farmacia principale possa operare come piccolo centro di distribuzione. Mfc è un sistema di distribuzione logistica concepito per un piccolo network, grazie al quale è possibile gestire, in modo automatizzato, la preparazione e le consegne di prescrizioni ripetibili e di altri medicinali e prodotti».

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

«La ricetta elettronica è l’inizio di un grande cambiamento»

La digitalizzazione è sempre più presente in ambito sanitario e, secondo Bockelmann, porterà una grande trasformazione anche in farmacia. «L’avvento della prescrizione elettronica porterà nel tempo a una riduzione significativa delle visite dei pazienti in farmacia. Seppur con varie differenze tra paese e paese, vedremo sempre più ordini arrivare in farmacia in formato elettronico. I farmacisti devono quindi prepararsi a processare sempre più ordini derivanti dall’e-commerce o da prescrizioni elettroniche. Si tratta di una situazione nuova, che richiede un’organizzazione logistica più efficiente. A nostro avviso ogni farmacia dovrebbe avere una presenza online, sia per guadagnare visibilità sia per offrire un servizio di e-shop in grado di gestire le prescrizioni ripetibili o spedire farmaci Otc direttamente a casa del paziente. Nell’ambito di un network locale di piccole dimensioni è possibile creare una logistica e un servizio ancora più efficienti, monitorando al meglio la corretta temperatura di conservazione dei farmaci», evidenzia Bockelmann.

Servizi più evoluti in ogni farmacia territoriale

Bockelmann riscontra che la pandemia ha migliorato il legame dei cittadini con la propria comunità, avvicinando i pazienti alla farmacia di zona. Sottolinea però che, dalla propria farmacia i clienti si aspetteranno un servizio sempre più evoluto con possibilità di spedire gli ordini e ricevere i farmaci direttamente a casa. «Le farmacie locali dovranno inevitabilmente accrescere il livello di servizio. I sistemi robotici BD Rowa™ permettono di automatizzare diversi servizi, offrendo al cliente grande flessibilità e la possibilità di cambiare idea in ogni momento. Se, per esempio, un paziente ha prenotato un ritiro in farmacia con il click & collect ma poi se ne dimentica, l’ordine viene facilmente trasferito tra le consegne a domicilio, se il cliente lo desidera. La farmacia sta entrando sempre di più nell’ambito dell’assistenza primaria e il suo focus passerà dal prodotto al servizio, giocando un ruolo sempre più importante e in prima linea nel sistema sanitario» conclude.

Il video dell’intervista integrale.

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.