In che modo la tecnologia può soccorrere il farmacista nel migliorare la gestione dei processi in farmacia, rendendo l’ambiente di lavoro più sicuro? Quale è la direzione su cui orientarsi per poter ottimizzare la propria attività grazie all’innovazione? A rispondere a queste domande è Giuseppina Iemmello, Senior specialist marketing communications di BD Rowa™, alla luce dell’emergenza sanitaria che ha visto le farmacie territoriali coinvolte nel fronteggiare l’emergenza.

Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica

I limiti organizzativi nella gestione anti-covid

«La gestione di un esercizio commerciale durante un’emergenza sanitaria – evidenzia Iemmello – non è semplice. L’inizio della pandemia da Sars-CoV-2 ha dimostrato come nessuno fosse pronto ad affrontare la situazione da diversi punti di vista, a partire dall’organizzazione del punto vendita. La corsa all’acquisto di barriere in plexiglass, grafiche per segnalare il distanziamento: misure che tutelano sicuramente i clienti, ma possono non essere sufficienti per i membri dello staff, che nonostante l’uso di Dpi, passano molto tempo a contatto non solo con i pazienti, ma anche tra loro stessi (e spesso senza sufficiente spazio a garantire la distanza di sicurezza, soprattutto durante la ricerca dei prodotti)».

I fattori organizzativi caratteristici delle farmacie

«Ancora di più che in altre tipologie di esercizio commerciale – spiega Iemmello -, in farmacia sono stati diversi i fattori che hanno contribuito a complicare la situazione». Tra questi «lunghe code da smaltire, l’uso della ricetta elettronica e prodotti stoccati in cassettiere, sono solo alcuni di questi». Quanto alle soluzioni «ci sono strumenti che possono contribuire a semplificare la gestione di una situazione, di per sé già molto complessa. Sfruttare la tecnologia per rendere l’ambiente di lavoro più sicuro può essere la soluzione».

Il confronto tra robot e cassettiera

In merito al confronto tra due tipologie di stoccaggio, Iemmello puntualizza che «sono molti i farmacisti che preferiscono lavorare con le cassettiere, ma sono anche sempre di più, quelli che hanno deciso di installare un robot nella propria farmacia, e il fatto di averlo inserito in farmacia prima dello scoppio della pandemia è stata una vera e propria fortuna. Durante la prima ondata, infatti, i sistemi di stoccaggio automatico hanno permesso di gestire in maniera più veloce, efficiente e sicura le richieste, anche in una situazione di carenza di personale. Allo stato attuale, invece, i robot aiutano i collaboratori a lavorare con maggiore sicurezza».

Le motivazioni che spingono i titolari alla fruizione dell’automazione

Sui benefici che portano i titolari a scegliere l’automazione in farmacia, Iemmello sottolinea che «non è necessario allontanarsi dalla propria postazione: a ciascuna di esse può essere associata un’uscita di scarico dei prodotti, assicurando la distanza di sicurezza tra i membri dello staff». In aggiunta a ciò, vi è una migliore gestione delle ricette: «Ricordare tutti i prodotti a memoria – spiega Iemmello -, con l’avvento della ricetta elettronica, può essere a dir poco difficoltoso, perché spesso è necessario cercare più prodotti. Con il robot ciò non avviene perché è in grado di gestire la ricetta direttamente, evitando il contatto tra i collaboratori impegnati nella ricerca dei prodotti».

I vantaggi della dispensazione sicura

Un cenno anche alla dispensazione sicura, secondo Iemmello «il robot non sbaglia praticamente mai. Ogni cliente verrà servito più velocemente e sicuri che il prodotto dispensato sia quello corretto», e agli spazi «il robot – conclude Iemmello – consente di ripensare gli spazi in maniera più efficiente, consentendo non solo di ottimizzare lo spazio in magazzino, ma di rendere anche più sicuro l’ambiente di lavoro per lo staff». BD Rowa™ invita i farmacisti a visitare il content hub dedicato, raggiungibile aprendo questo collegamento.

Con il contributo non condizionante di Becton Dickinson Rowa Italy Srl

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.