assofarmDa diversi anni le Farmacie Comunali Agec di Verona partecipano attivamente al progetto R.e.b.u.s. attraverso il quale si recuperano i beni invenduti e inutilizzati, poi donati ad associazioni di volontariato.

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

All’interno di un network che coinvolge anche mense scolastiche, ristorazione organizzata, mercato ortofrutticolo, grande distribuzione, grossisti, agricoltori, liberi cittadini, le Farmacie Comunali di Agec donano farmaci prossimi alla scadenza ma ancora utilizzabili a favore di associazioni no-profit operanti sul territorio. Si tratta di farmaci e prodotti parafarmaceutici invenduti dalle farmacie e che sarebbero destinati alla distruzione. Il recupero rispetta ovviamente tutti i requisiti di trasparenza fiscale e amministrativa, tracciabilità dei prodotti, e riguarda solo parafarmaci, prodotti per igiene e cosmesi, integratori alimentari e OTC, con esclusione dei farmaci così detti “etici” ossia soggetti a prescrizione medica.

Nel 2012 le associazioni beneficiare sono passate da 9 a 15 per un totale di circa 2.700 persone assistite. Il numero di articoli recuperati è passato dai 5.124 del 2011 ai 7.134 del 2012. Il relativo controvalore è passato da euro 55.700 del 2011 a euro 74.900 del 2012.

Il progetto permette anche di ridurre la quantità di rifiuti in carico alle farmacie, con un risparmio sulle spese per raccolta, trasporto e smaltimento, oltre che di riduzione dell’impatto ambientale che ne deriva.

“Si tratta di un’iniziativa che concretizza l’essenza sociale della farmacia, e in particolare di quella comunale – ha dichiarato il presidente di Agec Massimo Gallli Righi – Noi non vendiamo solo farmaci, ma siamo un luogo sanitario profondamente integrato nella realtà quotidiana e locale dei cittadini, capace di offrire servizi sanitari di alta qualità, ma anche di partecipare a progetti di welfare d’avanguardia e di partecipazione sociale come questo”.

“È un progetto che racchiude perfettamente lo spirito delle Farmacie Comunali italiane – ha dichiarato il Presidente di Assofarm Venanzio Gizzi – e ci spinge con entusiasmo ad adottarlo a livello nazionale”

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.