L’Assinde sta inviando alle farmacie ed ai distributori intermedi una circolare relativa al conferimento dei resi relativi alla prima tranche dell’anno 2019 che riguarda i prodotti che abbiano maturato le condizioni di reso nel periodo 1 gennaio 2019 – 30 giugno 2019. A riferirlo è la stessa organizzazione, che sottolinea come la nuova struttura del servizio ResoFacile non preveda più un pagamento a forfait, ma in base ai singoli servizi scelti. In particolare, evidenzia Assinde, attraverso la procedura «possono essere conferiti medicinali, parafarmaci e cosmetici indennizzabili da Assinde, medicinali, parafarmaci e cosmetici non indennizzabili da Assinde, medicinali stupefacenti, ed infine rifiuti da autodiagnosi, da laboratorio galenico, apparecchi elettrici ed elettronici non pericolosi (Raee), neon, toner ecc.

Può richiedere, di volta in volta, singoli servizi, scelti tra quelli offerti (non è previsto il pagamento a forfait)». Per assolvere a tale adempimento «il servizio ResoFacile prevede la gestione di tutti i rifiuti speciali prodotti in farmacia con ritiro contestuale. Per attivarlo basta accedere al format di Adesione al Servizio e seguire le istruzioni».

Quanto alle condizioni economiche, Assinde specifica che «la farmacia non dovrà anticipare alcuna somma. Il costo del servizio ResoFacile verrà infatti detratto dalla nota di indennizzo, se capiente». Nel dettaglio, «le farmacie rurali possono usufruire di una riduzione del costo del servizio del 10%, piccolo ma concreto messaggio per uno dei pilastri portanti del sistema farmacia». Per il conferimento «la farmacia può inserire negli stessi contenitori prodotti indennizzabili da Assinde con quelli non indennizzabili. La cernita sarà effettuata da Assinde in fase di certificazione delle singole confezioni, senza l’addebito di alcun costo aggiuntivo». Come riportato da FarmaciaVirtuale.it ai propri lettori, il servizio ResoFacile è stato lanciato nel luglio del 2017 con la finalità di sgravare le farmacie di una serie di adempimenti in merito ai rifiuti generati e dunque da smaltire.

© Riproduzione riservata