È stato siglato il protocollo d’intesa tra ministero della Salute, Aifa, Federfarma Servizi, Federfarma, Assofarm, Farmacie Unite e Adf che rende dispensabile nelle farmacie su tutto il territorio nazionale l’antivirale orale Paxlovid attraverso il supporto della distribuzione intermedia. A farlo sapere è Federfarma Servizi, la quale ha reso noto che «utilizzando le modalità previste per la Distribuzione per conto (Dpc) sarà possibile trovare il Paxlovid – autorizzato per il trattamento precoce del Covid19 – presso le farmacie dietro presentazione di apposita ricetta medica».

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

La richiesta dell’Aifa

Antonello Mirone, presidente di Federfarma Servizi, ha evidenziato che «l’Agenzia italiana del farmaco ha chiesto alle nostre associate di sostenere l’accesso sul territorio ai farmaci antivirali per il trattamento del Covid-19. Federfarma Servizi ha confermato immediatamente la piena disponibilità a collaborare per consentire la pronta reperibilità del medicinale nelle farmacie». Mirone sottolinea inoltre come «le nostre aziende di distribuzione intermedia, anello centrale della filiera del farmaco, renderanno possibile la dispensazione alla popolazione di uno strumento indispensabile per affrontare questa nuova fase della pandemia, nell’ambito del servizio pubblico svolto dai grossisti: un ulteriore tassello per contribuire al buon esito della cura dal Covid-19».

Pronti alla distribuzione dei farmaci innovativi

Quanto alla possibilità di distribuzione di farmaci innovativi, Mirone precisa che Federfarma Servizi è pronta «in piena sicurezza ed efficienza, nel rigoroso rispetto delle Linee guida di Buona distribuzione dei medicinali, cui è improntata la professionalità della quotidiana attività delle nostre aziende. Nonostante le profonde difficoltà economiche che la Distribuzione Intermedia sta rappresentando da tempo e in più sedi al Governo, Federfarma Servizi ha risposto con grande senso di responsabilità sociale alla richiesta dell’Aifa e del ministero della Salute, offrendo ancora una volta il nostro contributo fattivo alla tutela della salute del nostro Paese».

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.