Amoxicillina in vendita su eBayIl 15 ottobre 20018 la nostra testata ha pubblicato un articolo nel quale ha denunciato la presenza di sostanze farmacologiche in vendita con modalità illecite sul web. In particolare, la redazione di FarmaciaVirtuale.it ha individuato la presenza di un annuncio sulla nota piattaforma per l’e-commerce eBay, attraverso il quale un utente ha pubblicato un annuncio per la cessione di amoxicillina ad uso galenico. Ora, il problema in questo caso è duplice. Da una parte legato al fatto che la normativa in vigore nel nostro Paese vieta in modo esplicito l’uso dei cosiddetti “marketplace” per la cessione di medicinali: «Non è consentito l’utilizzo di siti web intermediari, piattaforme per l’e-commerce ovvero applicazioni mobili per smartphone o tablet, funzionali alla gestione online dei processi di acquisto».

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

In secondo luogo, in questo caso si tratta di una sostanza particolarmente delicata, in relazione ai grandi problemi che sono stati sollevati da numerosi istituti internazionali in riferimento al fenomeno dell’antibiotico-resistenza. Eppure, nonostante ciò, l’annuncio risulta ancora online. Basta cercare il titolo dello stesso, ovvero “Amoxicilline Trihydrate”, per scoprire che la sostanza antibiotica è in vendita, al prezzo: 299 euro per 25 grammi, con purezza dichiarata al 99,99%.

Ciò che stupisce è soprattutto il fatto che alle farmacie, come noto, per poter vendere medicinali Sop e Otc via Internet è richiesta una procedura ad hoc, che coinvolge le Regioni e il ministero della Salute. Al termine della quale viene concesso un bollino da apporre sul proprio sito Internet, che consente di distinguere le farmacie vere da quelle che si spacciano per tali senza in realtà esserlo. Un sistema che serve per garantire sicurezza al consumatore, dal momento che si tratta di transazioni che riguardano prodotti di certo particolarmente delicati.

Nel maggio del 2018, la Fofi aveva reso noto di aver aderito ad un’iniziativa che coinvolge proprio la piattaforma eBay. Il cui obiettivo è di «rafforzare il controllo sulle vendite illegali di farmaci». In sostanza si tratta di una comunicazione, condivisa con l’Aifa e le altre parti aderenti all’iniziativa, nella quale si richiama l’attenzione degli utenti di eBay sulla normativa italiana che vieta la vendita di farmaci da banco su eBay Italia, così come di medicinali soggetti a prescrizione medica.

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.