asfiÈ stata lanciata la campagna dell’Associazione Scientifica Farmacisti Italiani per le iscrizioni 2016: «Non puntiamo unicamente al rinnovo dei vecchi associati – spiega a FarmaciaVirtuale.it il presidente Maurizio Cini – ma anche all’incremento degli iscritti. Speriamo in questo senso in una certa attività di proselitismo».
«L’anno che si è concluso – ha spiegato lo stesso Cini in una lettera inviata agli iscritti – ha visto la nostra associazione confrontarsi con la difficile situazione in cui versa la professione del farmacista, in qualunque contesto operi. Le modifiche legislative annunciate costituiscono motivo di preoccupazione, dal momento che i testi annunciati vengono completamente stravolti durante l’iter di approvazione, con risultati incomprensibili o inapplicabili. A tale proposito si veda il “Ddl Concorrenza” che, nel testo approvato alla Camera dei Deputati, risulta di difficile comprensione o addirittura contrario ai fini che si propone. Ora il passaggio al Senato, che imporrà il ritorno alla Camera in seconda lettura, potrebbe presentare incognite al momento imprevedibili». Anche il concorso straordinario, prosegue il presidente dell’ASFI, «si è prestato a forti critiche, sia per la lentezza con cui procede che per due eventi in grado di preoccupare fortemente i partecipanti: la sentenza del Consiglio di Stato che ha interpretato la norma sulla maggiorazione per l’esercizio in farmacie rurali e la delibera della giunta della Regione Emilia-Romagna che ha messo in discussione l’ormai pacifico orientamento delle regioni ad intestare alle società le farmacie vinte in forma associata».
Cini ha poi ricordato le iniziative dell’associazione: dalla presenza a Cosmofarma, FarmacistaPiù e Pharmexpo, alle prese di posizione sulla pubblicità ingannevole di alcuni cosmetici e sull’EllaOne, fino al protocollo operativo messo a punto in materia di aderenza terapeutica: «Inoltre, insieme alla Sifap abbiamo presentato ricorso al Tar del Lazio rispetto a due decreti ministeriali fortemente limitanti l’attività galenica e ci apprestiamo a ricorrere anche contro il recente decreto sull’efedrina. Siamo riusciti a fare tutto quanto sopra elencato con l’impegno personale di tutti i consiglieri che hanno lavorato con abnegazione, anche sostenendo in proprio le spese di trasferimento e di alloggio. Per questo, vi chiediamo di rinnovare al più presto l’iscrizione per il 2016, che costa 40 euro».
Per rinnovare la tessera si può utilizzare un bonifico bancario (IBAN IT77I0200802457000103381913) indicando come causale “Rinnovo iscrizione ASFI 2016”, oppure visitare il sito internet dell’associazione (www.asfionline.it) e cliccare sulla notizia in evidenza intitolata “Rinnovo online iscrizioni anno 2016”, pagando tramite carta di credito o con il sistema PayPal. Anche i non iscritti che vogliano aderire per la prima volta possono farlo sul sito web, seguendo le istruzioni a partire dalla homepage.

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.