pfizerIl titolo di Pfizer quotato alla Borsa di New York ha segnato una crescita negli ultimi giorni, con un’impennata in particolare in apertura della seduta del 10 ottobre. Il balzo, poi ridimensionato in corso di seduta, è arrivato, riferisce l’agenzia Il Sole 24 Ore Radiocor Plus, «dopo che il colosso farmaceutico americano ha fatto sapere di avere preso in considerazione alternative strategiche per la divisione Consumer Healthcare. Come si legge in una nota, tra le possibilità ci sono lo scorporo degli asset e una possibile vendita di tutta o di alcune parti della divisione, una delle maggiori al mondo per quanto riguarda i farmaci da banco, venduti senza ricetta medica». Non è affatto certo, però, che l’operazione sarà ala fine portata effettivamente a termine: la stessa società, infatti, «ha comunque fatto sapere che potrebbe anche optare per un nulla di fatto e tenere tutti gli asset». Certo è che la divisione Consumer Healthcare, qualora fosse messa sul mercato, potrebbe fare gola a molti: nel 2016 ha messo a segno un giro d’affari di circa 3,4 miliardi di dollari. L’agenzia di stampa riporta in particolare le parole dell’amministratore delegato del colosso americano, Ian Read, il quale ritiene che «sebbene ci sia un forte legame tra Consumer Healthcare e le attività core biofarmaceutiche, gli asset sono anche sufficientemente distinti dalle attività fondamentali, motivo per cui hanno il potenziale per essere meglio valorizzate al di fuori della società». Secondo quanto riportato dall’emittente statunitense CNBC, che cita le stime di alcuni esperti del settore, l’operazione potrebbe valere una cifra compresa tra 14 e 15 miliardi di dollari. «L’età media della popolazione cresce e la tendenza dei pazienti è di privilegiare sempre di più l’automedicazione. Si tratta di elementi che rendono fertile il terreno per affari di questo genere». La stessa fonte americana indica inoltre che tra i potenziali acquirenti della divisione potrebbe esserci il colosso svizzero dell’alimentazione Nestlé.

© Riproduzione riservata

CONDIVIDI

FarmaciaVirtuale.it è un giornale online – registrato presso il Tribunale di Napoli con autorizzazione numero 10 del 27 gennaio 2016 – concepito per divulgare le conoscenze legate all’esercizio della professione del farmacista. 
Per ricevere quotidianamente tutte le novità di farmacia e settore farmaceutico iscriviti alla newsletter.