concorso per farmacieNon solo titoli ma anche esami. La Regione Marche ha lanciato un concorso pubblico, appunto per titoli ed esami, per il conferimento di sedi farmaceutiche vacanti disponibili per il privato esercizio. Il bando pubblicato dall’amministrazione regionale lo scorso 23 febbraio scade (per l’invio delle domande di partecipazione) il 25 marzo 2017, alle ore 12. Le due sedi disponibili sono presenti nel comune di Monteleone di Fermo (FM) e in quello di Montemonaco (AP). Possono partecipare le persone in possesso dei seguenti requisiti: avere la cittadinanza italiana o di un altro Stato membro dell’Unione Europea; avere un’età compresa tra i 18 anni ed i 60 anni non compiuti alla data di scadenza del bando; godere dei diritti civili e politici; essere laureato in Farmacia o in Chimica e tecnologie farmaceutiche; essere abilitato all’esercizio della professione di farmacista; non aver riportato condanne penali per reati che comportino la preclusione all’esercizio di farmacia; non aver ceduto la propria farmacia negli ultimi 10 anni. La Regione ha sottolineato che «l’ammissione dei candidati alla prova attitudinale sarà effettuata sulla base dei dati dichiarati nella domanda di partecipazione». Per quanto riguarda l’esame, esso «consisterà in una prova attitudinale articolata in cento domande a risposta multipla riguardanti le seguenti materie: farmacologia; farmacognosia; tossicologia; tecnica farmaceutica, anche con riferimenti alla chimica farmaceutica; farmacoeconomia, con specifico riferimento alla gestione della farmacia; legislazione farmaceutica; diritto sanitario, ivi inclusa la legislazione dei prodotti di interesse sanitario». «Ai fini della posizione in graduatoria – specifica il bando – la commissione sommerà il punteggio dei titoli di studio e di carriera posseduto da ciascun concorrente, con il punteggio conseguito dal concorrente stesso, nella prova attitudinale. I documenti o titoli di merito presentati dopo il termine di scadenza della domanda di partecipazione al concorso non saranno presi in considerazione. L’attività a tempo parziale fino a 20 ore settimanali, sarà valutata nella misura del 50% del punteggio previsto per i relativi profili professionali. L’attività a tempo superiore a 20 ore settimanali, sarà valutata nella misura del 100% del punteggio previsto per i relativi profili professionali».

© Riproduzione riservata

CONDIVIDI
FarmaciaVirtuale.it è un giornale online - registrato presso il Tribunale di Napoli con autorizzazione numero 10 del 27 gennaio 2016 - concepito per divulgare le conoscenze legate all’esercizio della professione del farmacista.  Per ricevere quotidianamente tutte le novità di farmacia e settore farmaceutico iscriviti alla newsletter.