antibiotico resistenzaGli antibiotici perdono efficacia e per questo alcuni rapporti ipotizzano che potranno arrivare ad esserci anche 10 milioni di morti nel 2050, causati proprio da infezioni batteriche. Come noto, nel mirino c’è l’abuso di medicinali ed è partendo da questo assunto che un articolo pubblicato il 21 febbraio dal quotidiano La Stampa ha puntato il dito anche contro la diffusione delle farmacie online, «dove è facile acquistare antibiotici senza ricetta». Il giornale piemontese ricorda che «la resistenza agli antibiotici rende i microrganismi insensibili a questi farmaci e, allo stesso tempo, riduce le possibilità di trattamenti efficaci. Questo fenomeno tende ad essere particolarmente rilevante tra i batteri responsabili delle infezioni nosocomiali (dove si fa tipicamente più uso di antibiotici) e ne rende molto più complicato il trattamento, allungando i tempi di degenza, i costi e i rischi per il paziente. Ma perché si è arrivati a questo punto? La risposta è semplice: consumiamo troppi antibiotici e li assumiamo anche quando non ce n’è bisogno». La Stampa cita «uno studio dell’Imperial College di Londra, che ha preso in esame i primi 20 siti indicizzati da Google in Inghilterra, attraverso i quali è possibile acquistare farmaci online. «Nonostante la legge preveda l’obbligo di ricetta – sottolinea l’articolo – i risultati dello studio non lasciano spazio alle interpretazioni: quasi la metà delle farmacie online censite consente l’acquisto di antibiotici senza dover presentare regolare prescrizione». Ma non è tutto: nell’80% dei casi «il dosaggio è lasciato totalmente nelle mani dell’acquirente. Secondo gli autori il risultato, seppur ottenuto analizzando solo una piccola parte del web, dovrebbe aprire una seria riflessione sulle modalità di accesso ai farmaci». Se oggi l’antibiotico-resistenza è un problema globale, conclude il giornale, «la vendita senza regole di questi medicinali sul web rappresenta una reale minaccia».

© Riproduzione riservata

CONDIVIDI

FarmaciaVirtuale.it è un giornale online – registrato presso il Tribunale di Napoli con autorizzazione numero 10 del 27 gennaio 2016 – concepito per divulgare le conoscenze legate all’esercizio della professione del farmacista. 
Per ricevere quotidianamente tutte le novità di farmacia e settore farmaceutico iscriviti alla newsletter.