Johnson JohnsonLa Johnson & Johnson ha deciso di rilanciare la sua linea di prodotti per i neonati, dopo un calo delle vendite che – dal 2011 – è stato pari al 20% (a quota 1,9 miliardi di dollari nel 2017). A riferirlo è il sito dell’emittente americana CNBC, secondo il quale l’unità Baby Care, che include Aveeno e altri marchi, ha subito una contrazione anche nel primo trimestre del 2018. «Johnson & Johnson afferma di essere ancora leader a livello mondiale nel segmento di mercato, ma ammette che occorre apportare una serie di cambiamenti. Per questo è stato deciso di ripensare la linea», spiega la televisione statunitense. Che ha intervistato il presidente Jorge Mesquita, secondo il quale «parlando in modo franco, posso affermare che non siamo riusciti a notare l’evoluzione delle necessità dei consumatori “millennials” e di conseguenza non siamo riusciti a far evolvere il nostro modello». La tv cita ad esempio una mamma trentenne, che spiega di prediligere per sua figlia di tre mesi prodotti senza solfati, parabeni e fragranze artificiali, poiché «tutto ciò che viene messo sulla pelle viene assorbito, entra in circolo. Il mio obiettivo è proteggere mia figlia da qualsiasi sostanza chimica contenuta in determinati prodotti che possa comportare un rischio». «Ciò che abbiamo capito – ha commentato Trisha Bonner, dirigente della multinazionale – è che le persone cercano sempre meno ingredienti e il più possibile semplici e naturali. È per questo che abbiamo compreso che avevamo bisogno di operare un cambiamento profondo del nostro brand». Così, secondo la CNBC, la quantità di sostanze utilizzate dall’azienda nei suoi prodotti è stata dimezzata, eliminando in particolare quelle considerate meno sicure, anche qualora la scienza non le abbia ancora dichiarate pericolose per la salute umana. E anche il packaging è stato cambiato, al fine di rendere più facile l’utilizzo da parte della clientela. Mesquita, pur non fornendo cifre specifiche, ha spiegato che tutto ciò – assieme ad una ristrutturazione della catena di approvvigionamento – dovrebbe consentire alla Johnson & Johnson di ritrovare i margini di profitto di un tempo.

© Riproduzione riservata