comunicazione farmacista pazienteUna comunicazione concentrata sulle necessità del paziente, da parte del farmacista, è in grado di migliorare sensibilmente la pharmaceutical care. Tuttavia, spesso tale strumento non è illustrato in modo sufficiente ai professionisti. A spiegarlo è uno studio curato da un gruppo di ricercatori dell’Utrecht Institute for Pharmaceutical Sciences, nei Paesi Bassi. «Comunicare con i pazienti in merito alle loro esperienze, ai loro bisogni e alle loro preoccupazioni in materia di salute e trattamenti farmacologici rappresenta un fattore fondamentale al fine di identificare i problemi legati all’assunzione di medicinali, come nei casi di abuso degli stessi, di scarsa aderenza alla terapia o di reazioni avverse», spiegano gli autori.
Lo studio, intitolato “Exploring the concept of patient centred communication for the pharmacy practice” ha previsto un lavoro di review di altri paper già pubblicati: ne sono stati individuati in tutto diciotto, che sono stati divisi in alcune categorie o “fasi” (a cominciare dalla prima, di consulenza, effettuata dal farmacista). È lungo tale percorso di comunicazione che, spiega l’analisi, si possono comprendere i reali bisogni dei pazienti e passare quindi alla fase di “decision making”, che comporta il lavoro di informazione tecnica fornito dai farmacisti, la presa in considerazione di possibili opzioni specifiche in funzione dei singoli casi e delle preferenze di chi deve assumere un medicinale, e infine la scelta condivisa di un “piano d’azione”. «La “comunicazione concentrata sul paziente” rappresenta un nuovo modo di fornire una consulenza farmaceutica. Secondo la letteratura che abbiamo passato in rassegna, il concetto si riferisce sia al processo di individuazione dei problemi che a quello di risoluzione degli stessi, prendendo in considerazione il punto di vista del paziente, il lavoro del farmacista e la relazione che si instaura tra i due. Si tratta di un metodo che appare utile, benché esistano in alcuni casi delle barriere da superare».

© Riproduzione riservata