Le forze dell’ordine hanno proceduto ad un nuovo sequestro di medicinali in un deposito di Salerno, per via di bollini farmaceutici non conformi.

bollini farmaceuticiIn Campania è stato effettuato un nuovo sequestro di medicinali con bollini farmaceutici non conformi. A darne notizia è il giornale online Cronache della Campania: si tratta del terzo caso nel giro di poche settimane, dopo quelli che avevano riguardato un deposito in provincia di Avellino (nel quale sono state sequestrate ben 10.000 confezioni per un valore di circa 100.000 euro) e una farmacia di Vietri sul Mare (in questo caso si è trattato di 232 confezioni). La nuova operazione delle forze dell’ordine ha riguardato un deposito farmaceutico situato a Salerno: «I carabinieri del Nucleo antisofisticazioni – ha precisato l’articolo della testata locale – hanno sequestrato 5.000 specialità medicinali che recavano un bollino non conforme alla normativa vigente». Come nei casi precedenti, Cronache della Campania ha affermato che i bollini risultano «difettosi», con «il numero identificativo che dovrebbe essere indelebile, cancellabile. Un’anomalia che rende “insicuri” i farmaci messi in commercio da numerose case farmaceutiche. Gli accertamenti del Nas di Salerno sono volti a verificare se i marchi identificativi dei lotti di farmaci siano stati prodotti con dei difetti dal Poligrafico dello Stato oppure siano stati manomessi successivamente». Da parte sua, il Poligrafico ha in più occasioni sottolineato il fatto che i bollini da esso prodotti sono perfettamente a norma: «Il bollino farmaceutico è prodotto in conformità ai requisiti tecnici previsti dal decreto ministeriale del 30 maggio 2014; tutti i parametri sono verificati sia in corso di produzione sia a valle, attraverso approfonditi controlli qualità. Il sospetto riferito da alcuni organi di informazione locali che il Poligrafico possa produrre bollini non a norma è del tutto destituito di fondamento. Si precisa, infatti, che alla luce degli interventi tecnologici operati, dall’aprile del 2016 l’eventuale cancellazione del numero presente sul bollino può avvenire solo con fraudolente e drastiche aggressioni che vanno affrontate come tutte le contraffazioni/manomissioni che hanno ad oggetto le carte valori».

© Riproduzione riservata

Clicca e Iscriviti alla Newsletter di FarmaciaVirtuale.it!