farmacie-zur-roseNel mese di dicembre del 2016, la più grande catena di grande distribuzione della Svizzera, la cooperativa Migros, aveva annunciato la volontà di rafforzare la propria offerta nel settore sanitario. Aprendo per la prima volta, nel corso del 2017, una farmacia all’interno di uno dei propri grandi magazzini (sito presso la Marktgasse di Berna). Il tutto sulla base di un accordo con il gruppo Zur Rose (attivo soprattutto nella vendita online di medicinali). Il test effettuato da Migros ha dato buoni risultati. Tanto che, a poco più di un anno di distanza dall’annuncio della prima fase di sperimentazione, la catena di supermercati svizzera ha fatto sapere che saranno a breve aperti nuovi punti vendita con la stessa formula “shop-in-shop”. Secondo quanto riferito dalla testata finanziaria francese Zonebourse, si tratterà di sei nuove farmacie, che saranno inaugurate nel corso del 2018. Il magazine cita un comunicato di Migros e Zur Rose nel quale le due società spiegano che «a seguito dell’impatto molto favorevole da parte del pubblico, abbiamo trovato un accordo per l’apertura di nuovi negozi in altri siti». Entro la metà dell’anno saranno inaugurate delle farmacie a Basilea e Zurigo, oltreché in altre zone che per ora non sono state specificate. «Le farmacie nei centri commerciali rispondono al crescente bisogno dei clienti di poter usufruire di punti vendita multicanale, che prevedono anche la possibilità di acquistare online e ritirare i prodotti o di farseli spedire a casa. Inoltre, in questo modo possiamo proporre una vasta gamma di prodotti farmaceutici a prezzi molto concorrenziali». Lanciando l’iniziativa, nel 2016, il direttore generale di Zur Rose Walter Oberhänsli aveva parlato di vendita al pubblico alle stesse condizioni che vengono applicate online, il che significa praticare uno sconto medio del 12% rispetto alla concorrenza. All’epoca, era stata anche paventata una possibile apertura di 50 farmacie Zur Rose nei punti vendita Migros.

© Riproduzione riservata