Riceviamo e pubblichiamo la curiosa lettera di un lettore che racconta un episodio accadutogli da qualche giorno a questa parte.

[Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica]

Gentile FarmaciaVirtuale.it,

scrivo due righe per raccontarti una cosa strana e alquanto bizzarra che mi è accaduta da qualche giorno a questa parte.

Dopo aver invitato a pranzo un agente di un grossista, parlando del più e del meno, mi estrae dalla borsa alcune stampe contenenti direttive aziendali.

Queste direttive riguardavano il dilazionato pagamento e la necessità di ridurre gradualmente la dilazione alle farmacie. La cosa che mi ha sconvolto maggiormente è che le slide della direzione commerciale del grossista indirizzate all’agente, citavano:

Visitare quanto prima le farmacie e ridurre la dilazione a 90 giorni per le sole farmacie che pagano con puntualità.

Mi chiedo come è possibile che un grossista possa richiedere una riduzione della dilazione alle farmacie che pagano con puntualità, lasciando indisturbate quelle che non rispettano le tempistiche di pagamento?

Cordiali saluti

Lettera firmata