banca-dati-prezzi-medi“La concorrenza è l’anima del commercio”, così comincia il capitolo “La concorrenza” di Racconti romani di Alberto Moravia. La farmacia si ritrova a dover combattere tutti i giorni con le politiche di prezzo fallimentari di farmacie, parafarmacie e GDO, tra sconti indiscriminati e prezzi sottocosto.

Per non incorrere nella tragica fatalità del fallimento è necessario capire il mercato, con l’obiettivo non di livellarsi al ribasso e – vedi racconto in basso – fare il gioco del consumatore, ma al rialzo e cercare in ogni modo di ottenere un recupero della marginalità, con costi contenuti e senza eccessivi interventi strutturali.

Per far ciò la farmacia deve dotarsi di strumenti smart, ovvero intelligenti, economici e veloci, come quello presentato nello screencast, Banca dati prezzi medi.

Banca dati prezzi medi, cosa è?

Lo strumento che presentiamo nello screencast allegato, concesso in forma gratuita alle farmacie aderenti al Progetto Zenith voluto da Federfarma, Promofarma, con la collaborazione di IMS Health, consente al farmacista, direttamente dal gestionale, di capire come si orienta il mercato, prodotto per prodotto, e capire quali sono i prezzi medi applicati nella propria regione, provincia, o area di riferimento, da farmacie, parafarmacie e corner GDO. In pratica riporta i dati statistici dei prezzi medi di tutti i farmaci e i prodotti commerciali trattati nel canale farmacia oltre al numero medio di confezioni vendute per farmacia

E’ di semplice utilizzo e soprattutto ha la garanzia che i dati provengano dal più grande panel di farmacie in Italia, quello di IMS Health, che copre minuziosamente tutto il territorio italiano con più di 2500 punti di raccolta. Per poter fruire della banca dati prezzi medi gratuitamente è necessario aderire al Progetto Zenith Federfarma oppure si può acquistare direttamente rivolgendosi al concessionario-software house del gestionale per farmacia-parafarmacia.

Lo screencast

Nello screencast viene mostrato praticamente come poter controllare il prezzo praticato e confrontarlo con i prezzi medi di farmacie, parafarmacie e GDO. La funzione banca dati prezzi medi infatti è fruibile da:

  • Vendita al banco – selezione prezzo di vendita
  • Vendita al banco – schermata principale
  • Interrogazione banca dati
  • Dettaglio banca dati
  • Gestione Ordini Grossista
  • Gestione Ordine Diretto
  • Prezzi Farmacia
  • Monitor Costi
  • Dati Mercato

Per la realizzazione dello screencast è stato utilizzato Copernico – Wingesfar, per altri software gestionali la funzione potrebbe essere disponibile in punti differenti e quindi consigliamo di rivolgersi al concessionario/software house.

Altri prodotti sul mercato

Esistono prodotti simili sul mercato, è il caso di Osservatorio Farmacia e di Prezzo Medio, presentato in questo articolo nel lontano novembre 2010 sulle pagine di FarmaciaVirtuale.it. Il prodotto potrebbe tornare utile nel caso il gestionale non sia compatibile con Banca Dati Prezzi Medi o per effettuare un ulteriore confronto incrociato.

Chiudiamo questo articolo con uno stralcio tratto dal capitolo “La concorrenza” da Racconti Romani di Alberto Moravia.

La concorrenza, tratto da Racconti Romani di Alberto Moravia

Almeno, quando ero ragazzino, così mi rassicurava mio nonno che, poveretto, per via della concorrenza era fallito due volte con una sua botteguccia di cocci e vetri.

Lui la spiegava in questo modo, la legge della concorrenza: “E’ una legge di ferro, nessuno può sperare di sfuggirci… poniamo che io metta su in via dell’anima un negozio, appunto, di stoviglie, come sarebbe a dire piatti, scodelle, tazze, bicchieri… poco più giù, nella stessa strada, un altro mette un negozio uguale… lui mi fa la concorrenza, ossia vende le stesse stoviglie ad un prezzo minore del mio… la clientela passa a lui e io fallisco… questa è la legge della concorrenza. ” “Ma nonno” io rispondevo, “se tu fallisci, noialtri moriamo di fame.” “Si capisce,” rispondeva lui trionfante: “voi morite di fame, ma il compratore si avvantaggia.” “E a me che me ne importa del compratore?” “A chi lo dici… figurati a me… se dipendesse da me lo vorrei vedere scannato.. ma, appunto, questo è il bello della legge della concorrenza: ti costringe a fare il vantaggio del compratore anche se non lo vuoi.”

tratto da “La concorrenza” in Racconti Romani di Alberto Moravia