La video sintesi dei principali articoli pubblicati sulle pagine di FarmaciaVirtuale.it. Settimana dal 19 al 23 settembre 2016.

Nasce Bacheca Lavoro di FarmaciaVirtuale.it, il punto di incontro tra domanda e offerta di lavoro

FarmaciaVirtuale.it non è solo un punto di riferimento per l’informazione dedicata ai farmacisti.
Grazie a Bacheca lavoro, infatti, il nostro portale mira a creare un unico punto di riferimento in Italia per farmacie in cerca di collaboratori e farmacisti in cerca di impiego.
S m i tratta del primo motore di ricerca e matching per il job placement in farmacia, uno strumento innovativo per la ricerca e la selezione del candidato ideale o della posizione lavorativa preferita.
Un luogo virtuale in cui i candidati possono caricare il loro curricula e navigare tra le offerte di lavoro inserite da farmacie, parafarmacie, aziende ed agenzie che, a loro volta, potranno iscriversi e trovare all’interno del database le figure che cercano, in base alle loro esigenze operative specifiche.
Una piattaforma che mette al centro il farmacista come figura professionale competitiva sul mercato, con l’obiettivo di valorizzare le competenze e la specializzazione.
BachecaLavoro è disponibile all’indirizzo lavoro.farmaciavirtuale.it

Enpaf, leggero aumento del tasso di disoccupazione

FarmaciaVirtuale.it ha appreso i dati aggiornati relativi al tasso di disoccupazione tra gli iscritti dell’Enpaf. Quello che si delinea è un aumento dal 6,72% al 7,01% , rispetto alla metà dello scorso anno.
Al 30 giugno 2015, infatti, il numero di persone in cerca di lavoro era pari a 6.318 unità su un totale di 93.940 iscritti.
I dati aggiornati al 12 settembre 2016 indicano invece 6.643 casi su 94.682 iscritti.
«Si tratta di un dato – ha commentato il presidente dell’ente previdenziale, Emilio Croce – che in qualche modo è fisiologico. Tuttavia, secondo le nostre stime, è possibile affermare che il trend potrà diminuire, grazie soprattutto alle aperture di nuove sedi farmaceutiche. Ciò naturalmente a patto che gli iter dei concorsi straordinari vengano portati finalmente a termine. Se così sarà, i numeri per l’Enpaf sono sostenibili».

Fascia C, Enpaf, tetti alle società: tutti i contenuti degli emendamenti al Ddl

Sono stati pubblicati dagli uffici di Palazzo Madama, gli oltre 700 emendamenti al disegno di legge sulla Concorrenza, che verrà posto in discussione in Aula al Senato tra la fine di settembre e l’inizio di ottobre.
Alcune decine riguardano il mondo della farmacie e in particolare, l’articolo 58 che sostituisce il numero 48 discusso in commissione.
Tutti i contenuti degli emendamenti al Ddl Concorrenza relativi al settore farmacie sono disponibili sul sulle pagine di FamaciaVirtuale.it.

Bolzano, definite le linee guida per l’apertura di dispensari nei piccoli comuni

«I comuni con meno di 3.300 abitanti che non soddisfano le condizioni per l’apertura di una farmacia possono fare domanda per l’apertura di un dispensario farmaceutico».
A spiegarlo è la giunta della provincia autonoma di Bolzano, che il 20 settembre ha approvato la delibera con la quale vengono definiti i criteri per l’apertura di punti di distribuzione dei farmaci. «I comuni interessati – prosegue l’organismo provinciale – possono inviare la richiesta all’Ufficio per l’assistenza sanitaria. Con una procedura di selezione la conduzione del dispensario farmaceutico verrà affidata al proprietario di una farmacia, ma è previsto un diritto di preferenza al proprietario della farmacia più vicina. I criteri approvati, che verranno pubblicati nella Gazzetta ufficiale della Regione e sul sito web della Ripartizione salute, fissano gli orari di apertura, i periodi di ferie, le condizioni, gli obblighi per il farmacista, la gamma di prodotti del dispensario, gli spazi minimi e i costi di gestione della struttura».

Superamento studi di settore: le proposte di innovazione metodologica

Giro di vite per superare e adeguare gli studi di settore ai principi della riforma fiscale: Federfarma comunica infatti che, in una riunione della Commissione Esperti del 7 settembre alla SoSe, sono state illustrate alcune proposte di innovazione metodologica degli studi stessi, seguite alle sperimentazioni effettuate nei mesi scorsi e basate sugli indirizzi forniti dal ministero dell’Economia e delle Finanze.
Gli studi di settore, che il fisco italiano utilizza per rilevare i parametri fondamentali di liberi professionisti, lavoratori autonomi e imprese, si trasformeranno da strumento di accertamento presuntivo a indicatore di affidabilità/compliance dei contribuenti. Il rilevamento sarà effettuato su una scala da 1 a 10, e se il contribuente raggiungerà un grado elevato di affidabilità, potrà avere accesso al sistema premiale, che ad oggi prevede un percorso accelerato per i rimborsi fiscali, l’esclusione da alcuni tipi di accertamento e una riduzione del periodo di accertabilità.
L ’ obiettivo, illustrato dall’Agenzia delle Entrate, è favorire la Tax compliance, con un cambio di strategia nel contrasto all’evasione attraverso la prevenzione, il dialogo e la collaborazione.

© Riproduzione riservata