vendita-online-di-farmaci-veterinariIl ministero della Salute ha fatto sapere di aver ricevuto segnalazioni di vendite online di medicinali veterinari, alcuni cedibili solo dietro presentazione di ricetta del medico veterinario. È per questa ragione che, con una circolare datata 26 marzo, lo stesso ha ricordato la disciplina che regola la vendita su Internet di medicinali: «L’articolo 70 del decreto legislativo n. 193/2006 prevede che la vendita al dettaglio dei farmaci veterinari è effettuata soltanto dal farmacista in farmacia», nonché nelle parafarmacie e da parte dei grossisti autorizzati. Inoltre, per quanto riguarda la cessione di farmaci veterinari ad azione antiparassitaria e disinfestante per uso esterno, e dei medicinali veterinari destinati ad essere utilizzati esclusivamente per i pesci di acquario, gli uccelli da gabbia e da voliera, i piccioni viaggiatori, gli animali da terrario, i furetti, i conigli da compagnia ed i piccoli roditori, essa può essere effettuata anche in altri esercizi commerciali, purché rientranti nella relativa tabella merceologica e purché non sia previsto obbligo di prescrizione medico-veterinaria. In ogni caso, il ministero ha specificato che «qualsiasi attività di vendita online è espressamente esclusa per i medicinali veterinari autorizzati con obbligo di prescrizione medico-veterinaria, nonché per i medicinali veterinari autorizzati senza tale obbligo, i quali devono essere dispensati, secondo la normativa vigente, solamente in presenza del farmacista». Nella circolare è stato inoltre specificato che la sola vendita online ammessa è quella dei medicinali veterinari autorizzati ai sensi dell’articolo 90 del citato decreto legislativo, la cui vendita non è riservata esclusivamente alle farmacie e non è soggetta ad obbligo di ricetta medico-veterinaria. È stato poi precisato che il fatto che sia consentita la pubblicità al pubblico «non implica che possa essere effettuata la vendita online di tutti i medicinali senza obbligo di prescrizione». Infine, il ministero ha sottolineato che «nessun sito Internet può riportare elenchi, rappresentazioni grafiche, fotografie del confezionamento dei medicinali veterinari autorizzati con ricetta medico veterinaria o può fornire alcuna indicazione di modalità di acquisto e dei relativi prezzi di vendita».

© Riproduzione riservata