farmacie online illegaliPer le farmacie online illegali presenti in tutto il mondo è sempre più difficile trovare chi è disposto a supportare le loro attività illecite. A spiegarlo è un’azienda americana che si occupa di implementazione di sistemi di sicurezza in Rete, la LegitScript, che sottolinea come il problema, apparentemente, riguardi un pugno di provider di servizi. Un gruppo di 10 soggetti, infatti, fornisce servizi a circa il 40% delle farmacie illegali; se si sale a quota 40, poi, si raggiunge circa il 65% delle farmacie. Mentre allargandosi a 100 soggetti, si copre l’80%. Il restante 20% risulta invece più “sparpagliato”. L’azienda fa quindi in modo esplicito i nomi di una serie di provider che a suo avviso continuano a sostenere i siti internet di operatori farmaceutici che non possiedono i requisiti e dunque sono da considerare non leciti. È il caso, ad esempio di una «società con sede alle isole Barbados che risulta operativa anche in Canada e in Europa e che garantisce i propri servizi a più di 3.600 farmacie online, affiliate ad un gruppo canadese il cui presidente è stato arrestato nello scorso mese di giugno, quindi estradato negli Stati Uniti con l’accusa di contraffazione di medicinali e riciclaggio di denaro». Quindi viene citata un’azienda olandese che possiede divisioni operative in India, Spagna e Russia, alla quale vengono attribuite 1.400 farmacie online. O ancora una società presente a Seattle, negli Usa, che secondo LegitScript si sarebbe «rifiutata di agire contro le farmacie senza una richiesta da parte di un giudice». «Continueremo ad esercitare pressione su questi soggetti nella speranza che possano scegliere di privilegiare gli interessi dei consumatori e la loro sicurezza rispetto ai margini di profitto, adottando una politica di adesione volontaria alla policy che noi proponiamo», ha concluso la LegitScript.
Quest’ultima ha fatto sapere di recente che, nei secondi tre mesi dell’anno in corso, il programma di vigilanza al quale partecipa ha consentito di portare alla sospensione di circa 6.000 domini di siti internet che venivano utilizzati come farmacie online in modo illegale. Un fenomeno che riguarda il mondo intero.

© Riproduzione riservata

CONDIVIDI

FarmaciaVirtuale.it è un giornale online – registrato presso il Tribunale di Napoli con autorizzazione numero 10 del 27 gennaio 2016 – concepito per divulgare le conoscenze legate all’esercizio della professione del farmacista. 
Per ricevere quotidianamente tutte le novità di farmacia e settore farmaceutico iscriviti alla newsletter.