software gestionale farmaciaNel mercato attuale il bisogno che venga introdotto un nuovo software gestionale, ammesso che ci sia, non è così impellente. È ciò che emerge da un sondaggio che è stato lanciato da FarmaciaVirtuale.it, rivolto a tutti ai farmacisti titolari di farmacia e parafarmacia iscritti alla newsletter della testata, nonché ai farmacisti collaboratori. Il 67% di coloro che hanno partecipato, tra i non titolari, ritiene infatti che non sia necessaria una “new entry”. Al contrario, la maggior parte dei proprietari di farmacia che hanno risposto al questionario ritiene che possa essere utile l’arrivo di un nuovo programma informatico, ma la quota di chi la pensa in questo modo si limita al 55% del totale.
Ai lettori abbiamo chiesto anche di indicare quali siano le migliori funzionalità del software che hanno attualmente in uso presso le loro farmacie. Molti partecipanti hanno indicato le statistiche, ritenute un elemento particolarmente interessante per poter valutare l’andamento del proprio esercizio. Ma c’è chi ha sottolineato anche l’utilità dei messaggi sms inviabili ai pazienti, così come la funzionalità che consente di trovare nelle farmacie della zona i medicinali non reperibili presso la distribuzione intermedia. Per quanto riguarda invece le funzionalità non presenti, ma che i farmacisti vorrebbero fossero implementate nei loro gestionali, sono state indicate ad esempio il calcolo del margine utile tra ordine diretto e ordine a magazzino, il collegamento interno alla DPC per automatizzare prenotazioni e ordini, l’uso di App come Whatsapp che permettano un risparmio sull’uso degli sms, i software di Office, un programma di aggiornamento delle etichette elettroniche universale, o ancora l’aggregazione dei dati di vendita e acquisto per categoria. Inoltre, alla domanda «Come dovrebbe essere il software gestionale “ideale”?», tra i lettori della nostra testata c’è chi ha risposto «affidabile, sicuro, ergonomico, sempre al passo con i tempi e con le normative, tecnologicamente multipiattaforma, in locale e cloud». Ma la maggioranza dei partecipanti ha indicato nella velocità, praticità, intuitività e semplicità le caratteristiche più importanti. Non stupisce, perciò, che secondo i farmacisti un gestionale non dovrebbe essere mai complicato da utilizzare, rigido o macchinoso. Infine, in molti sottolineano anche la questione dei costi, il che evidenzia come anche il fattore economico sia considerato con particolare attenzione.

© Riproduzione riservata

1 commento

  1. Sarebbe utile implementare anche la funzione per la segnalazione delle interazioni tra farmaci, con aggiornamenti costanti.

Comments are closed.