skynetLa fattura elettronica, come noto, diventerà obbligatoria a partire dal 2019 anche tra privati. Il documento cartaceo, di conseguenza, andrà in soffitta, a vantaggio del formato “XML”. Quest’ultimo – ricorda Emiliano Minella, dello studio associato Bacigalupo-Lucidi – consente di rappresentare il contenuto in una sequenza di righe concepite per essere gestite da una macchina, senza minimamente tenere conto della leggibilità da parte di un essere umano, consentita invece nel formato PDF che tutti conoscono». Inoltre, «non esisteranno più diverse “fincature” delle fatture, perché la “fattura elettronica” è stata codificata univocamente a livello nazionale, agevolando così lo scambio di informazioni tra tutti gli attori della filiera». Ma per le farmacie in particolare cosa cambia? «La farmacia – prosegue l’esperto – si troverà a dover usufruire necessariamente di uno strumento che, da un lato, garantisca la disponibilità del dato contabile (che sia perciò facilmente esportabile) ricevuto in formato xml, e, dall’altro, una buona interpretazione grafica che consenta di rendere agevole la sua lettura per i consueti controlli gestionali». In termini di attività contabili, poi, quella alla quale si è ormai vicini rappresenta «una transizione di certo epocale, ma ciò che farà la differenza tra un aggravio e una semplificazione sarà verosimilmente (in realtà però dovremmo dire certamente) la scelta di strumenti software che sapranno adattarsi alle esigenze della farmacia. Non è infatti scontato che “tutti” i software consentiranno al farmacista un’agile condivisione delle informazioni con i propri consulenti, ed è anzi addirittura possibile, almeno in astratto, un’attività di stampa supplementare di dati che, essendo già in formato digitale, potrebbero essere trasmessi telematicamente con la massima semplicità».
Nella piattaforma Skynet, conclude Minella, «abbiamo tenuto in massima considerazione la semplificazione della gestione del dato contabile, dando il più ampio risalto sia alla leggibilità delle fatture elettroniche che alla possibilità di disporre di esse fin dentro al gestionale della farmacia, come avremo occasione di precisare meglio in prosieguo. In ogni caso, la nostra piattaforma consente ormai da tempo di gestire fatture di acquisto e fatture di vendita in formato elettronico, in numero illimitato, in un ambiente condiviso e integrato con il consulente fiscale. Per poter usufruire del servizio (gratuito) è sufficiente registrarsi digitando https://skynet.sediva.it e seguendo istruzioni molto semplici». A quel punto, «la farmacia sarà immediatamente in grado di inviare e ricevere le “fatture elettroniche”. Al termine della registrazione verrà comunicato via e-mail il codice UNIVOCO (una sorta di indirizzo elettronico) da fornire alle ditte e ai distributori intermedi».

© Riproduzione riservata