sciopero dei medici federfarma veronaNei giorni in cui i medici scioperano, nella provincia di Verona è possibile richiedere in farmacia i medicinali non in regime di convenzione, e dunque a carico del paziente, anche senza la prescrizione medica. A renderlo noto è Federfarma Verona, che spiega come ciò sia possibile in virtù del decreto ministeriale 31 marzo 2008, al fine di garantire la continuità terapeutica.
La stessa associazione dei titolari di farmacia della provincia veneta indica le modalità di espletamento del servizio: «Per le patologie croniche, è necessaria la presenza in farmacia di ricette mediche riferite allo stesso paziente nelle quali è prescritto il farmaco richiesto (iniettabili solo insulina)». Occorre altrimenti esibire, «da parte del paziente, un documento rilasciato dall’autorità sanitaria attestante la patologia per la quale è stato indicato il farmaco. Se non indicato il farmaco, il paziente dovrà firmare una dichiarazione di responsabilità». Oppure, servirà «un documento originale firmato dal medico curante attestante la patologia cronica di cui il paziente è affetto, con indicazione del farmaco utilizzato per il relativo trattamento». O ancora «una ricetta con validità scaduta da non oltre 30 giorni (il farmacista in questo caso apporrà un’annotazione sulla ricetta che ne impedisca il riutilizzo e farà firmare la dichiarazione di responsabilità)». Infine, può bastare la «conoscenza diretta da parte del farmacista dello stato di salute del paziente e del trattamento n corso». Per altre patologie, invece, occorre «la presenza in farmacia di una prescrizione medica rilasciata in una data che faccia presumere che il paziente sia ancora in trattamento con il medicinale richiesto (iniettabili solo antibiotici monodose)». In alternativa, è necessario esibire «una confezione inutilizzabile (danneggiata) con firma della dichiarazione di responsabilità», o ancora la «documentazione relativa ad una recente dimissione ospedaliera». Federfarma precisa che «le situazioni descritte rappresentano elemento straordinario, non consuetudine operativa, dato che il farmacista non ha facoltà di prescrivere farmaci al paziente bensì necessita della suddetta documentazione medica al fine di garantire comunque al cittadino una buona aderenza alla terapia prescritta».

© Riproduzione riservata

CONDIVIDI

FarmaciaVirtuale.it è un giornale online – registrato presso il Tribunale di Napoli con autorizzazione numero 10 del 27 gennaio 2016 – concepito per divulgare le conoscenze legate all’esercizio della professione del farmacista. 
Per ricevere quotidianamente tutte le novità di farmacia e settore farmaceutico iscriviti alla newsletter.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here