ruggiero lpi«La Camera ha approvato il Ddl Concorrenza con un tetto alle società di capitali posto al 20% su base regionale, il che significa che non c’è alcun limite alla potenziale trasformazione di tutte le farmacie italiane in società di capitali, aprendo quindi la strada a un vero e proprio oligopolio che nuocerà al servizio di assistenza farmaceutica e pregiudicherà autonomia e indipendenza della professione». A dichiararlo è stato il presidente delle Libere Parafarmacie Italiane, Ivan Giuseppe Ruggiero, secondo il quale «chiunque, anche senza abilitazione alla professione, senza laurea, potrà entrare in un settore protetto come le farmacie». Al contempo, il dirigente sottolinea il fatto che il governo non abbia concesso la liberalizzazione della fascia C: «Siamo in perfetta sintonia con l’on. Bersani, il suo discorso ci ha toccati profondamente, soprattutto nel momento in cui ha affermato che “stiamo dicendo a queste parafarmacie che devono morire perché hanno la colpa di essere nate”. Da vergognarsi». Ruggiero ricorda che sono circa 5.000 le parafarmacie a livello nazionale, il che significa «tantissimi posti di lavoro e un aumento della concorrenza che abbassa di conseguenza il prezzo dei farmaci. Il percorso delle liberalizzazioni doveva continuare perché avrebbe solo portato benefici all’Italia, in termini economici, di occupazione, di risparmi ai cittadini. È stato invece bloccato solo per proteggere il settore delle farmacie, mentre poi lo stesso settore super-protetto è stato scardinato, permettendo alle multinazionali di fare da “padrone” Si è preferita la logica commerciale a quella professionale. Il governo ha tutelato i “potentati” e ha chiuso la porta in faccia ai farmacisti titolari di parafarmacia, ai consumatori, all’Antitrust. Anche i farmacisti puri, quelli che non si reputano commercianti e non gradiscono l’ingresso del capitale in Farmacia, preferendovi una sana concorrenza con il collega titolare di parafarmacia».

© Riproduzione riservata

CONDIVIDI
FarmaciaVirtuale.it è un giornale online - registrato presso il Tribunale di Napoli con autorizzazione numero 10 del 27 gennaio 2016 - concepito per divulgare le conoscenze legate all’esercizio della professione del farmacista.  Per ricevere quotidianamente tutte le novità di farmacia e settore farmaceutico iscriviti alla newsletter.

1 commento

Comments are closed.