liberalizzazioni farmacie poloniaDopo l’Ungheria, la Romania e la Lettonia, anche la Polonia ha deciso di tornare indietro sul tema della liberalizzazione delle farmacie. Dopo aver liberalizzato il mercato negli anni scorsi, la nazione europea ha infatti deciso di fare retromarcia, imponendo una riforma che vieta ai non farmacisti di domandare una licenza per aprire una farmacia. Ad oggi, infatti, secondo quanto riportato dal portale Lexology.com, in Polonia sia una persona fisica che una società possono essere proprietarie, anche se i responsabili non sono laureati in farmacia. Un requisito, quest’ultimo, che d’ora in avanti sarà reintrodotto, in seguito ad una serie di “derive” che hanno portato ad esempio ad una mancanza di trasparenza in merito all’identità degli azionisti, all’arrivo di capitali stranieri e a distorsioni geografiche registrate nella rete. È proprio per queste ragioni che (al contrario di quanto accadrà in Italia con il Ddl Concorrenza), il governo di Varsavia ha deciso ad esempio di imporre rigide norme anti-concentrazione: un solo soggetto non potrà infatti possedere più di quattro farmacie sul territorio nazionale.
La riforma, inoltre, introduce ciò che nel nostro Paese esiste da tempo: le piante organiche. Mentre finora era stata demandata di fatto al mercato l’ottimizzazione dell’ubicazione dei negozi, con le nuove disposizioni non si potrà aprire più di una farmacia ogni 3.000 abitanti, mentre la distanza minima di un nuovo esercizio dal più vicino già esistente non dovrà essere inferiore ai 500 metri. In terzo luogo, sono state introdotte nuove forme di controllo da parte delle autorità di vigilanza, ed è stato anche deciso di imporre un giro di vite alla trasmissione per eredità delle licenze. Se ad oggi il diritto permette di rilevare la licenza e di disporne in modo sostanzialmente libero, la nuova disciplina impone che per utilizzarla l’erede debba essere anch’egli un farmacista abilitato all’esercizio della professione e prevede che l’indirizzo fisico della farmacia debba rimanere identico.

© Riproduzione riservata

CONDIVIDI

FarmaciaVirtuale.it è un giornale online – registrato presso il Tribunale di Napoli con autorizzazione numero 10 del 27 gennaio 2016 – concepito per divulgare le conoscenze legate all’esercizio della professione del farmacista. 
Per ricevere quotidianamente tutte le novità di farmacia e settore farmaceutico iscriviti alla newsletter.