elezioni-2018-farmacistiTra gli eletti in Parlamento, oltre ai tre farmacisti che hanno ottenuto un seggio alla Camera nei collegi uninominali, ce ne sono altri sei che hanno a vario titolo avuto a che fare con la professione o, più in generale, con le scienze farmacologiche. Come riferito ai propri lettori da FarmaciaVirtuale.it, infatti, i primi nomi ufficializzati sono stati quelli di Andrea Mandelli, presidente della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani e nella scorsa legislatura già senatore di Forza Italia, che è stato eletto nel collegio Lombardia 1 – 05 – Monza; di Roberto Bagnasco, che è risultato primo nel collegio uninominale Liguria 05 – Genova-Rapallo (anch’egli alla Camera e sempre con Forza Italia); e di Giuseppe Chiazzese , eletto nel collegio Sicilia 1 – 06 Monreale, in questo caso con il Movimento 5 Stelle.
A loro si aggiungono dunque altri sei parlamentari, quattro dello stesso M5S, una di Forza Italia e uno di Fratelli d’Italia. Si tratta, nel caso dei pentastellati, di Alessandro Melicchio, ricercatore chimico farmaceutico eletto in Calabria, di Fabiola Bologna, medico ed ex ricercatrice in farmacologia e attività clinica (oggi dirigente della Asl di Bergamo), di Caterina Licatini, dipendente di una farmacia di Bagheria, in Sicilia, e di Angela Ianaro, eletta a Benevento e docente di farmacologia presso l’università Federico II di Napoli. Il nominativo di Forza Italia è quello invece di Gloria Saccani, docente universitario e già membro del consiglio di amministrazione dell’Agenzia Italiana del Farmaco. Ha lavorato inoltre presso la segreteria tecnica della Programmazione della ricerca presso il ministero dell’Università e della Ricerca. Infine, per Fratelli d’Italia ha ottenuto un seggio in Parlamento Marcello Gemmato, titolare di una farmacia a Terlizzi, in provincia di Bari, e già presidente dell’Agifar provinciale.

© Riproduzione riservata