federfarma lombardia«Si è trattato di un incontro molto utile, che ha rappresentato un momento di confronto importante, al fine di parlare di programmi specifici nel nostro settore». È con queste parole che Annarosa Racca, presidente di Federfarma Lombardia ed ex presidente di Federfarma nazionale, ha commentato l’incontro avvenuto nella mattinata di lunedì 22 gennaio 2018 fra i delegati delle farmacie regionali e il candidato presidente della Regione, Giorgio Gori. «Le farmacie – ha spiegato la dirigente – si aspettano che sempre più, in futuro, si tenga conto del loro ruolo di primo presidio sul territorio del Servizio sanitario regionale. Abbiamo fatto presente al candidato governatore il nostro auspicio prioritario: che si potenzi il ruolo sanitario e sociale della farmacia del territorio, sia nelle zone urbane che nelle zone rurali della Lombardia. E che vi siano maggiori investimenti per incrementare una “farmacia dei servizi” più vicina ai bisogni dei cittadini». «Ritengo che le farmacie siano il punto di accesso più facilmente raggiungibile ed accessibile per il cittadino al sistema socio-sanitario regionale e che rappresentino il luogo di risposta più immediata alla domanda di salute dei cittadini – ha affermato da parte sua Gori -. La valorizzazione del loro ruolo è una mia priorità, perché ritengo che la naturale capacità professionale di essere vicino ai bisogni della popolazione, soprattutto la porzione più fragile, renda le farmacie un soggetto idoneo ad erogare anche nuovi servizi di valenza sociale, che devono rientrare a pieno titolo nella rete del sistema sanitario».
Gori, giornalista e imprenditore, è candidato alla presidenza della Regione Lombardia per il Partito democratico. Nel corso della sua carriera professionale ha fondato la casa di produzione televisiva Magnolia e è stato direttore di Canale 5 e di Italia 1. Dal 9 giugno 2014 è sindaco della città di Bergamo, che guida sostenuto da una coalizione di centro-sinistra.

© Riproduzione riservata