fnpi parafarmacieSi sono tenute nella giornata di domenica 22 ottobre, a Roma, le elezioni del gruppo dirigente della Federazione Nazionale Parafarmacie Italiane (Fnpi). Il presidente uscente Davide Gullotta è stato rieletto. Con lui Matteo Branca (vice-presidente uscente e referente della regione Lombardia), Francesco Provenzano (tesoriere uscente e referente della regione Calabria), Stefano Migliori (presidente di Vi.Farm), Sebastiano Limma (referente della Sicilia) e Angelo Occhipinti (iscritto alla Federazione in Sardegna).
Gullotta fa sapere però che «entro i prossimi sei mesi è mia intenzione passare il testimone. Ci sono colleghi in gamba che possono ricoprire il ruolo. Inoltre non voglio essere motivo di debolezza per l’associazione: ho vinto una farmacia partecipando al concorso straordinario e purtroppo, nonostante non lo abbia mai nascosto, ho subito attacchi per questo». L’occasione è utile per un bilancio del triennio passato: «L’associazione è cresciuta moltissimo, siamo ormai il punto di riferimento per le parafarmacie. Purtroppo, dal punto di vista dei risultati concreti, spesso ci siamo trovati di fronte un vero e proprio muro di gomma che ci ha impedito di ottenere quello che volevamo. Ci sono state dunque luce e ombre, anche se il lavoro è stato molto importante»: Il presidente della Fnpi ribadisce quindi la contrarietà ad «ipotesi di sanatoria o riassorbimento, che appaiono ormai come cicliche illusioni per i titolari di parafarmacia. Si tratta di idee che non sono realizzabili. Ciò che occorre fare è piuttosto fornire un quadro normativo chiaro e univoco al settore, consentendo allo stesso di crescere. Ho sentito parlare di fallimento del modello-parafarmacia, ma ciò che è stato fallimentare è solo l’averci lasciati in un limbo normativo. Lo dico anche al presidente della Fofi Andrea Mandelli, dopo la sua recente relazione: le parafarmacie sono più di 4.000, hanno creato migliaia di posti di lavoro, sostenuto migliaia di famiglie e consentito di creare una valvola di sfogo alla crisi occupazionale. Per i giovani così come per i più anziani». Gullotta commenta, infine, la notizia dell’intesa tra Fieg e Anci sulla possibilità di fornire alcuni servizi sanitari nelle edicole, come la prenotazione di visite mediche: «Da anni chiediamo di poterlo fare in parafarmacia, luoghi nei quali è presente un farmacista, e ci viene risposto che le farmacie sono il luogo preposto. Poi scopriamo che un domani potremmo trovare tali servizi nelle edicole: è semplicemente assurdo».

© Riproduzione riservata

CONDIVIDI

FarmaciaVirtuale.it è un giornale online – registrato presso il Tribunale di Napoli con autorizzazione numero 10 del 27 gennaio 2016 – concepito per divulgare le conoscenze legate all’esercizio della professione del farmacista. 
Per ricevere quotidianamente tutte le novità di farmacia e settore farmaceutico iscriviti alla newsletter.