federfarma isedFederfarma ha deciso di procedere ad un rilancio degli strumenti messi a disposizione delle organizzazioni sindacali territoriali e delle farmacie, per la prenotazione di prestazioni sanitarie in regime privatistico, mediante il supporto di due partner, ISED S.p.A. e CUP Privato S.r.l. (gruppo BIM Farma). L’associazione dei titolari di farmacia riferisce infatti di aver riscontrato, tramite Promofarma, uno scarso utilizzo della piattaforma realizzata in precedenza. Di conseguenza, «si è riscontrata la necessità, per le organizzazioni territoriali, di ulteriori supporti per individuare gli enti erogatori di servizi sanitari e gestirne i rapporti nell’ambito dell’attività negoziale e post-contrattuale, per l’attività di promozione del servizio a livello territoriale ed infine per la formazione e l’assistenza alle farmacie». È stata perciò stipulata una convenzione con le due società partner, che consente di accedere, a condizioni predefinite e agevolate, ai servizi. ISED, in particolare, metterà a disposizione «una piattaforma web based che consente alla farmacia, in maniera facile e veloce, di effettuare, per conto dei propri clienti, prenotazioni di prestazioni sanitarie in ambito privato. La medesima piattaforma prevede un sistema di rendicontazione e fatturazione delle prestazioni prenotate». CUP Privato, invece, supporterà «con oneri a carico di Promofarma, l’attività di illustrazione e promozione del progetto nei confronti delle singole associazioni che manifesteranno interesse per l’iniziativa». Quindi, chi vorrà potrà avvalersi delle seguenti attività (a proprio carico): supporto per la scelta dell’assetto giuridico-organizzativo; individuazione delle strutture sanitarie private da accreditare e supporto per la relativa negoziazione; fornitura e personalizzazione di tutta la contrattualistica e della documentazione e consulenza per la corretta applicazione della normativa relativa alla tutela dei dati personali; verifica, presso gli enti pubblici competenti (regioni o aziende sanitarie) che abbiano attivato il servizio di CUP pubblico presso le farmacie, della possibilità di attivare contestualmente il servizio di CUP Pubblico e il CUP Privato, nonché fornitura dell’assistenza necessaria nei rapporti con la parte pubblica; eventuale fornitura di strumenti (Scanner CARE) volti a facilitare le operazioni di prenotazione nel caso di integrazione tra CUP Pubblico e CUP Privato; definizione e attuazione del piano di promozione, formazione e addestramento delle farmacie; fornitura di assistenza alle strutture sanitarie private accreditate; assistenza per tutte le attività previste dall’utilizzo della piattaforma». Federfarma ha quindi invitato a contattare Promofarma per ricevere ulteriori informazioni.

© Riproduzione riservata

CONDIVIDI

FarmaciaVirtuale.it è un giornale online – registrato presso il Tribunale di Napoli con autorizzazione numero 10 del 27 gennaio 2016 – concepito per divulgare le conoscenze legate all’esercizio della professione del farmacista. 
Per ricevere quotidianamente tutte le novità di farmacia e settore farmaceutico iscriviti alla newsletter.